Politica, Salento, Tricase

SEL ATTACCA IL PD: IMBARCA LA DESTRA E COMMISSARIA I CIRCOLI CHE NON ALLINEATI.

LECCE – Il coordinamento provinciale di Sinistra Ecologia e Liberta’ con un comunicato mette in risalto le alleanze sempre piu’ strane del Partito Democratico che di fatto sembra portare avanti il progetto del Partito della Nazione in nome del quale accetta l’abbraccio mortale di esponenti che fino a poco tempo fa militavano negli schieramenti opposti.

Sel interviene anche sulle polemiche di pochi giorni fa in seno al Pd relativamente ai casi di commissariamento del circolo di Cavallino e delle polemiche sul tesseramento del circolo di Tricase. 

Il partito della nazione si consolida e svela la sua natura più autentica a ogni latitudine. Ad Agrigento tessera i cuffariani, a Bisceglie imbarca la destra e in provincia di Lecce commissaria circoli non allineati. Come a Cavallino dove il segretario del circolo Pd è stato sfiduciato perché ha rifiutato di allearsi con la destra in vista delle elezioni comunali.

O come a Tricase dove il Pd provinciale prova a rimescolare le carte per deturpare un’esperienza di buon governo e buona politica – portata avanti da una coalizione di “Vero” centrosinistra – con inciuci impastati di trasformismo, aprendo le porte al capogruppo di Minoranza di Centro Destra, Nunzio Dell’Abate, che per 4 anni ha cercato di delegittimare il governo cittadino e che ora viene ‘premiato’ con la possibilità di salire su un “buon treno” per le prossime imminenti amministrative. Lo troviamo un fatto grave, anzi vergognoso, ma di cui non ci stupiamo.

Per due ragioni. Perché il Pd renziano sperimenta già da tempo, e con convinzione, larghe e larghissime intese: ha preferito far schiantare Italia bene comune – che ci vedeva alleati – per sodalizi con i Verdini e i Buttiglione. E non ci stupisce perché il segretario del partito democratico salentino è stato pioniere, nel Comune di cui è sindaco, nello sperimentare accordi trasversali e trasformisti vincenti.

Ci rammarica, lo diciamo senza retorica, che tanti compagni e tante compagne del Pd leccese vivano questi eventi con frustrazione e stupore: ci auguriamo sia l’occasione per cambiare verso davvero. Per lavorare per governi locali che mettano in campo autentiche politiche di centrosinistra (welfare moderno, politiche del lavoro, tutela ambientale e del territorio), rifuggendo dalla tentazione di imbarcare chiunque, senza alcuna remora, su una nave che rischia di perdere in modo definitivo la sua rotta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *