Cronaca, Specchia, Territorio

SPACCIAVANO DROGA A CORSANO, SPECCHIA E MONTESANO – CONDANNATI

Spacciavano eroina per gli “amici” e nel giugno scorso con un’ordinanza emessa dal gip Vincenzo Brancato finirono in una cella di “Borgo San Nicola”.

Nelle scorse ore, Biagio Bleve, 22 anni e Michele Ferraro, 33, entrambi di Corsano, hanno patteggiato la pena rispettivamente a due anni – pena sospesa – e a 2 anni e 4 mesi. Il gip Carlo Cazzella ha così accolto l’istanza di patteggiamento concordata dagli avvocati difensori Mario Ciardo e Tony Indino con il pubblico ministero Antonio Negro sostituito in aula dal collega Emilio Arnesano.

Stando alle indagini condotte dai carabinieri di Specchia, i due giovani avrebbero spacciato droga, soprattutto eroina, in alcuni comuni del basso Salento e furono inchiodati da intercettazioni telefoniche, servizi di osservazione e pedinamenti condotti oltre che a Corsano anche a Montesano Salentino e Specchia.

Vennero individuati in Lecce ed Ugento, i luoghi in cui i due spacciatori si recavano per rifornirsi dello stupefacente. Per il buon esito delle indagini, poi, si rivelarono fondamentali gli ascolti di alcuni consumatori fermati dai militari subito dopo l’acquisto delle dosi.

Sia Bleve che Ferraro, nel corso dell’interrogatorio di garanzia, ammisero parzialmente le loro responsabilità dichiarando che, in qualche circostanza, da assuntori avrebbero ceduto dosi ad amici.

Stando alle indagini, invece, l’attività gestita dai due giovani (dal settembre 2013 fino allo scorso febbraio) “avrebbe avuto i caratteri della continuità, esclusività e redditività” così come scriveva il gip Vincenzo Brancato nell’ordinanza. Attualmente Ferraro si trova ai domiciliari mentre Bleve è libero.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.