• Tricasenews.it è ancora in fase di aggiornamento, vi chiediamo un po' di pazienza qualora dovessero presentarsi rallentamenti o difficoltà nella navigazione. Grazie!
Comuni, Cultura, Musica, Scuola, Specchia

SPECCHIA – “TRIANGOLARE DEL SUONO” contro le discriminazioni

SPECCHIA – Nel Salento Music The Gap 2.0 un’iniziativa contro le diversità. Il progetto dell’Istituto comprensivo di Specchia, finanziato dal Miur e dalla Presidenza del Consiglio per le Pari Opportunità, vede la musica come strumento per veicolare la formazione di un’etica sociale condivisa contro ogni forma di discriminazione. Numerosi gli appuntamenti in programma nel mese di giugno. Il titolo deriva da “Mind the gap” coniato dalla metropolitana di Londra, una metafora per sottolineare come le distanze siano un pericolo.

L’8 giugno si svolgerà in uno dei borghi più belli d’Italia, Specchia, l’importante Triangolare del suono, un concerto con ben 176 strumentisti di tre differenti scuole, uniti contro le diversità uno spettacolo straordinario. Alle ore 21 in Piazza del Popolo, start del concerto dei giovani musicisti diretti, per le scuole medie, da donne: l’orchestra dell’Istituto comprensivo di Alliste è guidata dalla professoressa Miriam Caputo, mentre quella di Specchia sarà diretta da Maria Grazia Manca.  La terza orchestra proviene dal Liceo Scientifico “Da Vinci” di Maglie, il Maestro concertatore è Massimiliano Cannamà. Ciascuna orchestra eseguirà brani del proprio repertorio con musiche provenienti dai diversi angoli del mondo. Alcuni brani  inediti per orchestra sono scritti dal maestro Del Prete.

Ospite d’onore della serata sarà il maestro Biagio Putignano, docente al conservatorio di Bari, con la sua classe, per la serata, ha composto ben due brani, delle prime assolute che suoneranno per la prima volta, nel borgo più bello d’Italia, i giovani musicisti. Biagio Putignano è un compositore del XXI secolo per lui il suono non ha segreti, in continua sperimentazione, nel suo dna c’è il passato e la sua musica e il futuro con nuove sperimentazioni, ricerca appassionata, continua, di nuovi orizzonti, orditi audaci, armonie originali, contaminazioni possibili.

Nel corso della serata scenderà in campo un’altra arte quella enogastronomica, gli studenti dell’Alberghiero di Otranto cucineranno per i loro colleghi “una pennettata di mezzanotte”. Perché è risaputo il cibo è arte, cultura ed incontro e come la musica unisce tutti.

“Nelle varie classi della nostra scuola –sottolinea Debora De Blasi responsabile del progetto-  è stato realizzato un percorso didattico, pedagogico e musicale che ha stimolato ciascun alunno. Si è cercato di far scaturire in loro l’amore per la propria unicità, per la propria splendida ed irripetibile identità, e il rispetto del proprio ruolo sociale e dei propri doveri comunitari. I ragazzi hanno usato App per la digitalizzazione e la produzione della musica e suoni da teatro  per superare con essa qualsiasi discriminazione”.

“Con Music the gap 2.0 –commenta il preside Luigi Martano abbiamo lavorato in rete con i diversi partner per favorire attraverso la musica l’inclusione sociale e per promuovere le diversità come valore”. L’iniziativa, realizzata con il patrocinio del Comune di Specchia, ha come partner diversi istituti scolastici, tra cui l’IISS di Otranto, l’IISS di Poggiardo, il Liceo Scientifico “Da Vinci di Maglie” e l’Istituto Comprensivo di Alliste. Hanno sposato il progetto diverse associazioni: la Fondazione Culturale “Paolo di Tarso”, Nomeni per Antonio Montinaro, La Paranza, IRDM, l’Associazione Antiviolenza Punto Rosa, Integra Onlus, l’Accademia della Minerva e la Cooperativa sociale Adelphia.

Fonte notizia: Anna Manuela Vincenti – Il Giornale del Turismo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *