Cultura, Libri, Specchia

SPECCHIA: A DAL BORGO ALTROVE, SERENA DANDINI E CHIARA VALERIO

Gaia Manzini, Gianni Montieri, Michele Vaccari e la musica di Simona Severini

SPECCHIA – L’VIII edizione della Passeggiata Letteraria Dal Borgo AltrOve va in scena domenica 25 luglio a partire dalle ore 20. Appuntamento in Piazza del Popolo a Specchia, da dove il pubblico attraversando via Umberto I, che costeggia Palazzo Risolo, potrà raggiungere le tre scene e incontrare, ascoltare gli scrittori e le scrittrici, i poeti e le poetesse, protagonisti di un appuntamento in cui la passeggiata va oltre la bellezza dei luoghi fisici per portare i passi in un AltrOve che fa guardare con occhi diversi i suggestivi angoli, i caratteristici vicoli, gli antichi portoni. E la letteratura si fa musica, colore, scenografia. La letteratura si fa viaggio non solo metaforico fra le voci e le parole, in salti temporali che portano i lettori oltre i confini dell’immaginabile.

Non poteva mancare l’esordiente Graziano Gala (che ha curato con la presidente di LibrArti le ultime due precedenti edizioni) con il suo “Sangue di Giuda” (minimum fax), che sta riscuotendo un grande successo di critica e pubblico. Dopo una splendida diretta Facebook, regala la sua presenza con il suo profondo e intenso “Nessuno parola dice di noi” (Bompiani) Gaia Manzini. I due protagonisti di “La voce, le parole” saranno intervistati da Valeria Bisanti. Voce dei loro libri sarà quella del grande Pasquale Santoro.

Fresca, ironica è Loredana De Vitis che presenta “Il posto di Dio”, il nuovo romanzo edito da Collettiva Edizioni. Atteso il suo libro e il suo ritorno a Specchia, arriva nel borgo con il potente “Urla sempre primavera” (NN), Michele Vaccari, scrittore, editor e direttore editoriale. I due scrittori sono i protagonisti di “Salti temporali” e dialogheranno con una grande penna pugliese dal successo internazionale, Omar Di Monopoli che sarà presto in libreria con un nuovo romanzo. Le letture saranno curate dalla giovanissima Margherita Donaera.

Altro graditissimo ritorno è quello di Cristò Chiapparino, una delle voci più interessanti di Puglia, autore di un libro avvincente edito da NEO, “La carne”. A rappresentare la Poesia italiana Gianni Montieri con una meraviglia dal titolo “Le cose imperfette” (edito da LiberAria). Saranno loro a portarci oltre i confini della realtà, ma anche dei nostri sentimenti accompagnati dal giovane scrittore, sceneggiatore e musicista Andrea Martina che curerà l’incontro e dalle letture della neo vicepresidente LibrArti, Zelinda Giunca.

Tre scene, tre step di circa mezz’ora l’uno per dare al pubblico la possibilità di incontrare, ascoltare, vivere tutti i diversi momenti del grande appuntamento letterario firmato LibrArti, in collaborazione con la Pro Loco di Specchia, il Forum dei Giovani di Specchia, l’associazione Tramoontana e con il patrocinio del Comune di Specchia.

“Un’edizione nel segno della tradizione, ma anche delle piccole grandi novità- come afferma Tiziana Cazzato, ideatrice e direttrice artistica dell’evento- rappresentate quest’anno, tra l’altro, dalla nascita della collaborazione di LibrArti con la cantautrice Simona Severini che porterà sul palco la sua narrazione in musica e parole, in un momento finale doppiamente magnifico. La partecipazione straordinaria, infatti, di Chiara Valerio, scrittrice e direttrice editoriale di Marsilio, con il suo piccolo gioiello “La matematica è politica” (Einaudi) e di Serena Dandini che ci ha regalato il prezioso “La vasca del Fürher” (Einaudi), dove con leggerezza e semplicità ci porta a conoscere, a scoprire, a riscoprire Lee Miller, la prima fotografa e donna dallo spirito libero- corona una serata costellata dalle penne fra le più varie e interessanti del panorama letterario italiano e oltre. Sulla scena finale, quindi, parleremo con loro di scrittura, lettura, libri, musica e… chi può prevedere il resto?

Durante la serata gli attori regaleranno un brano dei racconti vincitori della Terza edizione del concorso nazionale “Sperimentare il sud”, dedicato, quest’anno a Salvatore Toma.

Lasciamo spazio alla sorpresa e per non perdere l’appuntamento, organizzato nel pieno rispetto delle regole e delle normative anti-Covid, prenotiamoci iscrivendoci al form (è caldamente consigliato):
https://docs.google.com/forms/d/1Yvt5IHaEp1p6wyWjv99KB4mOIf321DPjOU1Q-AyGBO4/edit

E se c’è bisogno di qualche informazione in più, basta scrivere a sperimentareilsud@gmail.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.