Cultura, Eventi, Musica, Specchia, Storia

SPECCHIA FESTEGGIA IL SANTO PATRONO SAN NICOLA DI MYRA.

Il Comitato Festa di San Nicola 2015 comunica che proseguendo una tradizionale secolare, nelle giornate di Venerdì 8, Sabato 9 e Domenica 10 maggio prossimi si svolgeranno i festeggiamenti in onore di San Nicola di Myra, Patrono di Specchia.

San Nicola nacque a Patara, città della Licia in Asia Minore (Turchia), intorno al 255-257, ed è considerato uno dei padri della chiesa. Si narra che il culto per il santo abbia avuto origine a Specchia, già prima della traslazione delle sua ossa nella città di Bari, anche se è indubbio che fu quello l’evento che diede inizio ad una tradizione millenaria che ancora oggi viene rispettata, quando nel 1087 tre imbarcazioni baresi con 62 marinai a bordo trafugarono da Myra le spoglie di San Nicola e le trasportarono a Bari, ove giunsero il 9 maggio dello stesso anno.

Anche se il calendario dice che il 6 Dicembre si festeggia San Nicola di Myra, la seconda domenica del mese di maggio a Specchia d’ogni anno si onora il santo, pur non conoscendo i motivi che portarono gli specchiesi a scegliere il patrocinio del famoso Vescovo, sconosciuti anche l’anno ed il secolo di tale scelta, probabilmente, come in molti paesi del Salento, la venerazione di San Nicola, è legata alla dominazione bizantina, ma certamente prima del 1587, come si può notare dalla chiave di volta all’interno della Chiesa a lui dedicata, che reca incisa tale data e lo stemma di Specchia, e anno di un importante restauro per portarla dal culto bizantino al rito latino.

Sulla facciata proprio della Chiesa di San Nicola si può leggere: “S. Nicola Arcivescovo di Myra ebbe culto costante attraverso i secoli in questo antichissimo tempio dei quattro consacrati col rito greco solo rimasto nella città di Specchia il quale nel MCLXXXVII fu restaurato per la sostituzione dal rito greco al rito latino e nell’anno MDCCCXCIX agli uffici sacri è restituito perché all’inclito patrono la venerazione delle genti durasse”. Nel 1976, durante gli scavi, effettuati dal Prof. Francesco D’Andria, nel terreno adiacente il luogo sacro dedicato al santo di Myra, fu ritrovata una pietra rotonda con incisa sulle due facce la croce greca e riproducente il Pane Eucaristico fermentato utilizzato dai sacerdoti greci, questo ritrovamento avvalora maggiormente l’ipotesi degli storici sulla presenza del culto greco nel luogo sacro. Nell’anno 2008, nell’ambito del Programma Operativo LEADER +, con il contributo del GAL “Capo S. Maria di Leuca” pari a 70.000 euro e dell’intera cittadinanza, per un totale di 100.000 euro, nella Chiesa di San Nicola, sono stati realizzati altri lavori di restauro che hanno permesso la scoperta e il restauro di uno splendido semifresco di scuola cinquecentesca.

Per l’edizione annuale, il programma dei festeggiamenti civili prevede per la serata di venerdì 8 maggio, in Piazza del Popolo, la rappresentazione Teatrale “Non ti pago” a cura dell’Associazione “San Nicola di Myra”.Per tutta la giornata di sabato 9 maggio l’esibizione del Concerto Bandistico “Rocco Zippo” Città di Specchia. Alle ore 18.00 in Piazza del Popolo si svolgerà la Solenne Celebrazione Eucaristica, durante la quale, il Sindaco consegnerà simbolicamente le chiavi della città al Santo Patrono e successivamente, prenderà avvio la solenne processione con la statua risalente al 1878, che attraverserà le vie principali del paese, al termine, gli splendidi i fuochi d’artificio della Pirotecnica Napoletana, la serata proseguirà con l’esibizione musicale del “Gruppo Folk 2000” e dei “Scazzicapieti”.

Nella mattinata del 10 maggio, in Piazza del Popolo e per le vie centrali di Specchia, si svolgerà la tradizionale fiera, che ogni anno richiama migliaia di visitatori. Anche se, il 5 maggio 1896, su richiesta del Comitato Festa, il Consiglio Comunale, interrompendo tale tradizione, decise di spostare la fiera alla prima domenica di giugno, ma, vista la contrarietà della popolazione, il 2 maggio 1897, la riporta alla data precedente. Nella stessa giornata del 10 maggio, si potrà ascoltare il Gran Complesso Bandistico “Città di Squinzano” diretto dal Maestro Giovanni Guerrieri. Mentre dalle ore 18.00 alle 21.00, spettacolo musicale itinerante con la “Stella Band Serenade” e un cabarettista, il tutto tra le luminarie della Ditta “Arte e luce” di Muro Leccese.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *