• Tricasenews.it è ancora in fase di aggiornamento, vi chiediamo un po' di pazienza qualora dovessero presentarsi rallentamenti o difficoltà nella navigazione. Grazie!
Cultura, Specchia, Turismo

SPECCHIA SI CONFERMA BANDIERA ARANCIONE DEL TOURING CLUB ITALIANO.

SPECCHIA – Il 22 gennaio scorso, a Genova, presso la Sala del Maggior Consiglio del Palazzo Ducale, è stata consegnata a 227 Comuni selezionati la certificazione del Touring Club Italiano per il triennio 2018-2020.

Specchia, rappresentata nel corso della cerimonia dal Sindaco Rocco Pagliara, è riuscita quindi a confermare, per il secondo triennio consecutivo, il prestigioso riconoscimento, confermando un brand di assoluta eccellenza e di encomiabile valore.

La Bandiera Arancione è un’iniziativa nata, nel 1998, grazie alla collaborazione tra Touring Club Italiano e Assessorato al Turismo della Regione Liguria, con l’obiettivo di valorizzare, sviluppare e promuovere i piccoli borghi eccellenti dell’entroterra d’Italia.

La Bandiera Arancione è stata pensata dal punto di vista del viaggiatore e della sua esperienza di visita, vengono insignite le località che non solo godono di un patrimonio storico, culturale e ambientale di pregio, ma sanno offrire al turista un’accoglienza congrua  dal punto di vista qualitativo.

L’assegnazione del marchio avviene attraverso un percorso di analisi composto da oltre 250 criteri, raccolti in 5 macroaree relative agli aspetti più rilevanti del sistema di offerta turistica di un piccolo Comune: 1. Accoglienza; 2. Ricettività e Servizi Complementari; 3. Fattori di Attrazione Turistica; 4. Qualità Ambientale; 5. Struttura e Qualità della Località.

I parametri rigidi ed esigenti posizionano la Bandiera Arancione tra i riconoscimenti più ambiti all’interno del contesto turistico e culturale.

Per l’intera realtà turistica selezionata, il conseguimento del marchio comporta, infatti, svariati benefici dal punto di vista della fruizione di numerose opportunità di comunicazione e promozione attraverso diversi canali certificati che mirano al raggiungimento di vari target d’utenza.

Specchia, grazie all’oculato operato dell’Amministrazione Comunale e dei vari soggetti coinvolti all’interno dei programmi di promozione e valorizzazione del territorio – prima fra tutti la locale Pro Loco – riesce, quindi, a confermare i propri standard qualitativi che le permettono il raggiungimento di traguardi rilevanti.

Questa la motivazione del Touring Club Italiano

Per respirare un po’ nella calura estiva o anche solo per una giornata alternativa al mare del Salento, si può salire a Specchia, ai piedi della Serra Magnone, uno dei punti più alti di tutta la provincia di Lecce. Il paese vanta radici antichissime, un centro storico da scoprire anche con visite guidate organizzate dalla locale Pro Loco, durante le quali si ammirano i diversi attrattori storico-culturali della località.

Nella centrale Piazza del popolo affaccia il castello Risolo, un edificio fortificato costruito nel XVI secolo, oggi sede di eventi espositivi, mostre e convegni. Le visite guidate permettono di scoprire sotto le strade di Specchia la via dei frantoi ipogei, edificati nei secoli XV-XIX, all’interno di un percorso quasi interamente sotterraneo, e il monastero dei Francescani Neri con all’interno la cappella di S. Caterina e la cripta sorretta da 36 colonnine.

Le numerose manifestazioni che animano il borgo, in particolare gli appuntamenti dell’Estate Specchiese, tra luglio e settembre. Prodotto tipico del borgo è l´olio extravergine d´oliva, ottenuto dalla spremitura a freddo delle olive Salentina; presenta un colore giallo verde con riflessi dorati, un profumo e un aroma fruttato che ricordano l’oliva fresca.

Efficiente è il servizio di informazioni turistiche, con il punto informativo dedicato, ben visibile, con buona disponibilità di materiale sulla località. Il centro storico è tipico, raccolto e vivace, grazie alla presenza di strutture ristorative, esercizi commerciali e punti vendita di prodotti tipici, enogastronomici e artigianali. Presso gli attrattori, ben fruibili, buona è la segnaletica di informazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *