• Tricasenews.it è ancora in fase di aggiornamento, vi chiediamo un po' di pazienza qualora dovessero presentarsi rallentamenti o difficoltà nella navigazione. Grazie!
Eventi, Libri, Salento, Tricase, Turismo

TORNA IL FESTIVAL ARMONIA NARRAZIONI IN TERRA D’OTRANTO – TRICASE 4 – 14 MAGGIO

Organizzato dall’associazione culturale Diotimart, con il supporto del Comune di Tricase e il patrocinio de I presidi del libro, è anche appuntamento molto social, con dirette Facebook degli eventi dalla pagina Festival Armonia e possibilità di interagire.

 

11 GIORNI, 50 EVENTI, 35 AUTORI

Poteva essere solo un festival letterario. E invece è uno strumento di racconto, rivalutazione, ripensamento del territorio. Per il terzo anno, il Festival Armonia torna a Tricase (Le) con il suo bagaglio di sfide: quella di provocare l’incontro, di sollecitare domande, rifuggire dalle risposte scontate. Quella, anche, di impegnarsi a ribaltare la triste classifica che vede la Puglia come seconda regione d’Italia per minor propensione alla lettura (rilevazione Istat).

Da Donatella Di Pietrantonio fino a Federico Zampaglione, alias Tiromancino: una parabola di undici giorni, 50 eventi, 35 autori. Dal 4 al 14 maggio, si celebrano libri, luoghi, culture. Le pagine scritte diventano leva di dibattito. Festival unico, Armonia, radicato nel Capo di Leuca e con respiro europeo. Come fu la poesia di Girolamo Comi da cui ha tratto ispirazione.

E’ una bella fotografia della narrativa contemporanea e nasce anche per rivalutare ciò che siamo, terra di poeti e scrittori di caratura nazionale ma poco conosciuti”, dice Mario Desiati, direttore artistico.

Organizzato dall’associazione culturale Diotimart, con il supporto del Comune di Tricase e il patrocinio de I presidi del libro, è anche appuntamento molto social, con dirette Facebook degli eventi dalla pagina Festival Armonia e possibilità di interagire.

Presentazioni di libri, recital, convegni, mostre, lectio, concorso, Armonia kids, Armonia a scuola, Libri d’Acqua: è successo quello che speravamo – dicono i promotori, Michela Santoro, Andrea Cacciatore, Valeria Bisantivale a dire organizzare qualcosa che vada oltre la semplice messa in rassegna di eventi, per  far sì che la corrente culturale passi da qui, che il Salento sia capoluogo e non necessariamente periferia”.

Si parte, dunque, giovedì 4 maggio, alle ore 17, da Palazzo Gallone, con l’inaugurazione della Mostra internazionale di Libri d’artista “MADREMARE: Bellezza Profondità Libertà Speranza di vita”. Dalla Spagna alla Corea del Sud, dalla Polonia al Brasile, passando per Italia, Francia, Romania, Danimarca: provengono da terre diverse le oltre 130 opere-libro manufatte e uniche di artisti italiani e stranieri ispirate al mare. Il progetto della mostra è di Maddalena Castegnaro ed Enrico Rapinese ed è promosso dalla Regione Puglia – Assessorato all’Industria Turistica e Culturale, in collaborazione con l’Associazione «Presìdi del Libro» e Archivio del Libro d’Artista VerbaManent di Sannicola (Lecce). All’inaugurazione interverranno Antonio Coppola (Sindaco di Tricase), Michela Santoro (Libreria Idrusa), Anna Maria Montinaro (Presidente Associazione Presidi del Libro), Maddalena Castegnaro (Presidio del Libro “Verbamanent” di Sannicola e curatrice della mostra).

L’acqua è il tema caratterizzante della terza edizione del Festival Armonia. Ritorna in varie forme, dalla mostra alla collaborazione con l’Associazione Libri di Acqua di Vera Slepoj e Cettina Fazio Bonina, fino al gran finale a Tricase Porto, assieme all’Associazione Magna Grecia Mare.

Gli incontri

Giovedì 4 maggio, presso le Scuderie, alle 19, si terrà la presentazione di “L’Arminuta”, vero caso letterario del 2017, la perla di Donatella Di Pietrantonio, definita “una delle più importanti scrittrici italiane”. Alle 20.15, l’incontro con Pietrangelo Buttafuoco, scrittore e giornalista di punta, e il suo “La notte tu mi fai impazzire”.

Parallelamente ai percorsi nelle scuole, venerdì 5 maggio, alle 19.30, in Piazza Pisanelli torna la penna siciliana di Catena Fiorello con la riedizione del suo primo romanzo, “Picciridda”. Seguirà la musica dei Doi Lampi con Lamberto Probo e Donatello Pisanello, fondatori di Officina Zoè.

Sabato 6 maggio, a Palazzo Gallone, dopo la presentazione ufficiale del festival, alle 11 si terrà la Lectio “Classici per la vita” di Nuccio Ordine, professore ordinario di letteratura italiana presso l’Università della Calabria, noto in ambito internazionale per i suoi vivaci interessi per la filosofia italiana e gli studi su Giordano Bruno e sul Rinascimento.

Nel pomeriggio, una riflessione cruciale: alle 16, il convegno “Un popolo di lettori? Rilevazioni ISTAT e politiche di sostegno alla lettura nazionali e regionali” con Emanuela Bologna, rappresentante dell’ISTAT – Direzione centrale delle statistiche socio-demografiche e ambientali; Romano Montroni, presidente del Centro per il libro e la lettura del Mibact; Loredana Capone, assessore alla cultura della Regione Puglia; Maurizio Guagnano, membro del Comitato di Presidenza dell’Associazione Librai Italiani (ALI); Loredana Gianfrate, amministratrice della soc. coop. Imago specializzata nella gestione delle Biblioteche pubbliche.

Segue un tris di incontri con l’autore: alle 18, Giulio Perrone con “Consigli pratici per uccidere mia suocera”; alle 19, Mauro Covacich  con “La città interiore”; alle 20.30, Teresa Ciabatti con “La più amata”. Questi ultimi due sono candidati al Premio Strega.

Domenica 7 maggio, alle ore 9.30 inizierà la passeggiata letteraria da Piazza Pisanelli a Tricase Porto, dove alle ore 11.30 Ferdinando Boero, docente di Biologia marina dell’UniSalento, presenterà il suo “Ecologia della bellezza. I gusti della natura”. Il filosofo Mario Carparelli, alle 18, con “Dialogo su Dio” animerà Palazzo Gallone, con un recital a cura del noto attore Gabriele Greco. Sarà seguito, alle 19, da Vincenzo Santoro con la sua ricerca “Odino nelle terre del rimorso. Eugenio Barba e l’Odin Teatret in Salento e Sardegna , 1973-1975”.  Alle 20.30, Chiara Gamberale, penna di La Stampa, Vanity Fair, Donna Moderna, presenterà il suo bestseller  “Qualcosa”, nell’ambito di “Libri d’acqua”, rassegna nella rassegna.

 

Lunedì 8 maggio, dopo l’incontro alle 18 a Palazzo Gallone con l’artista Roberto Russo, la scrittrice milanese Gaia Manzini approfondirà i temi del suo “Ultima Luce”. Poi, alle 20.30 in Piazza Pisanelli, sarà la volta di “Nessuno come noi”, libro di uno degli scrittori più amati dagli italiani, Luca Bianchini, l’autore di “Io che amo

solo te” e “La cena di Natale”, bestseller da poco trasposti in film con Riccardo

Scamarcio e Laura Chiatti.

Martedì 9, alle 16.30, nelle Scuderie si terrà il laboratorio narrativo-illustrativo per bambini “I musicanti di Brema” di Marisa Vestita, mentre alle 18.45 al Celacanto di Marina Serra arriverà il giornalista de Il Fatto Quotidiano Antonello Caporale, con il suo “Acqua da tutte le parti”, un racconto “sull’eternità di certi luoghi e certi paesaggi”. Poi, lo scrittore brianzolo Crocifisso Dentello presenterà “La vita sconosciuta”. Seguirà il dialogo su “Le ossessioni degli scrittori: matematica, mare e…” con Chiara Valerio, Fabio Genovesi e Mario Desiati.

Mercoledì 10, nelle Scuderie, alle 16.30, per Armonia Kids ci sarà Elisabetta Liguori con “Lo spazio dentro”. Presso la Chiesa dei Diavoli, dalle 18.45 si alterneranno il giornalista del Corriere della Sera Roberto Perrone con “La seconda vita di Annibale Canessa”, la scrittrice genovese Sara Rattaro con “L’amore addosso” e la salentina Simona Toma con l’anteprima nazionale “Da domani mi alzo presto”.

Giovedì 11, a Palazzo Gallone, alle 19, il teatro di Alibi porterà in scena il thriller “Il turista” dello scrittore noir Massimo Carlotto. Poi, in Piazza don Tonino Bello, l’incontro straordinario con Andrea Vitali, autore pluripremiato difficilmente intercettabile a queste latitudini, e il suo “A cantare fu il cane”.

Venerdì 12, alle 18.45, le Scuderie ospiteranno “Da dove la vita è perfetta” di Silvia Avallone, la penna di “Acciaio”, da cui è stato tratto l’omonimo film. Seguirà la presentazione della collana “Sabot/Age” con Massimo Carlotto e Colomba Rossi, che proporranno le loro punte di diamante: “Angelo che sei il mio custode” di Giorgia Lepore e “Alcuni avranno il mio perdono” di Luigi Carrino.

Sabato 13, alle 11, presso la sala del Trono, la Lectio magistralis “Con la cultura si costruisce il proprio futuro (e quello degli altri)” del presidente di Rizzoli libri, nonché vicepresidente di Mondadori Libri, Gian Arturo Ferrari, definito “l’uomo più potente dell’editoria italiana”. Nel pomeriggio, dalle 18, gli incontri nelle scuderie con Elena Varvello e “La vita Felice”; Vera Slepoj e la “Psicologia dell’amore”; Antonella Lattanzi e “Una storia nera”; Ilaria Macchia e il suo libro d’esordio “Ho visto un uomo a pezzi”.

Domenica 14 maggio, il gran finale: in mattinata, a Palazzo Comi, dalle 9.30 alle 12.30, il corso di scrittura sull’arte di raccontare con Elena Varvello. Nel pomeriggio, dalle 17 la spiaggetta del Porto ospiterà il rush finale: Andrea Piva, autore de LaCapaGira, film diretto dal fratello Alessandro, dialogherà con Edoardo Winspeare e Alessandro Valenti sul suo “L’animale notturno”; Wanda Marasco parlerà di “La compagnia delle anime perse”, candidato al Premio Strega 2017. Alle 19, nel canale di Tricase Porto, Olivier Bourdeaut, ospite straniero d’eccezione, presenterà il romanzo-rivelazione della recente stagione letteraria francese, “Aspettando Bojangles”. Infine, alle 20.45, Federico Zampaglione, alias Tiromancino, cantautore

e sceneggiatore, presenta il suo lavoro d’esordio come scrittore, “Dove tutto è a metà”, scritto a quattro mani con Giacomo Gensini.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *