• Tricasenews.it è ancora in fase di aggiornamento, vi chiediamo un po' di pazienza qualora dovessero presentarsi rallentamenti o difficoltà nella navigazione. Grazie!
Senza categoria

TORNADO CAPO DI LEUCA, STEFANAZZI: “CHIEDEREMO LO STATO DI CALAMITA'”

TRICASE – “La Regione Puglia è pronta a stanziare le risorse necessarie per la ricostruzione degli edifici pubblici danneggiati dal tornado che domenica sera ha devastato le marine di Tricase e il Capo di Leuca tra cui la chiesa di San Nicola, a Tricase Porto, e il santuario dell’Assunta, a Marina Serra e l’assessore Giovanni Giannini è già al lavoro per reperire le risorse per le urgenze ed anche per la  ricostruzione”.

Lo ha assicurato il capo di gabinetto del presidente Emiliano, Claudio Stefanazzi, (originario di Tricase), al termine del sopralluogo effettuato  a Tricase, Tiggiano, Corsano, Patu’, nel pomeriggio di ieri su incarico del Presidente della Regione Puglia Michele Emiliano che ha espresso vicinanza e solidarieta’ a chi e’ stato colpito dall’emergenza.

Claudio Stefanazzi insieme al Sindaco di Tricase Carlo Chiuri ha visitato Tricase Porto e Marina Serra,  zone piu’ colpite dal tornado classificato di categoria F2,  per vedere di persona  i danni subiti e verificare gli interventi necessari alla ricostruzione.

Appena saranno quantificati i danni si procederà con la dichiarazione dello stato di calamità affinché la Protezione Civile Nazionale metta a disposizione le risorse”.

     

Stefanazzi ha anche ringraziato ed elogiato Vigili del Fuoco, Protezione Civile, tecnici e tutti coloro che hanno contribuito al buon funzionamento della macchina dei soccorsi: “L’emergenza è stata gestita nella maniera migliore. Tutto ha funzionato nel migliore dei modi”.

1 Comment

  1. e’stata una fortuna che non si sia fatto male nessuno… specialmente al bar Mename’dove e’crollata la struttura”provvisoria” che non capiamo chi possa avere autorizzato e che oramai da anni era diventata fissa… Una struttura brutta ,costruita in zona vincolata ,davanti al mare e molto , molto pericolosa come si e’visto. Poteva morire qualcuno… anche sulla strada. Confidiamo non venga rimessa a tutela delle persone e della bellezza del luogo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *