Ambiente, Economia

TRASFORMARE I RIFIUTI IN ECOPUNTI E GUADAGNARE.

Raccogli, Ricicla, Guadagna

Chi l’avrebbe mai detto che un rifiuto può avere valore?

Chi i rifiuti li gestisce lo sa molto bene, per i cittadini che li producono, invece, sono solo un problema di cui liberarsene e oltretutto anche onerosamente.
Quello che tutti noi dovremmo sapere è che questa non è l’unica possibilità. Quello che tutti noi dovremmo sapere è che un rifiuto vale e anche tanto. E se noi paghiamo qualcuno per liberarcene, dovremmo anche sapere che quel qualcuno lo rivende a caro prezzo. Perché allora non saltare un passaggio e rivendere noi stessi i rifiuti che produciamo?
Vi sarà capitato di vedere filmati di macchinette magiche nelle stazioni della metropolitana di Pechino, ad esempio, dove chiunque può inserire delle bottiglie di plastica vuote e ricevere in cambio un ticket per la metro. O avrete certamente sentito parlare di compattatori sparsi per Berlino, che restituiscono 0,10 cent in cambio di ogni bottiglia inserita.
Forse però non sapete che anche in Italia esiste qualcosa del genere e ancor più strano, il Sud retrogrado, il Sud dove niente funziona, a volte può essere il luogo da dove alcune rivoluzioni come questa possono cominciare.
E’ la Eco Sud Ambiente di Maglie (LE), un’azienda che lavora da anni nel settore dei rifiuti, che ha deciso di puntare su questo progetto, di stare dalla parte dei cittadini e delle piccole attività commerciali.
In alcuni Comuni salentini stanno così cominciando a spuntare gli Ecopoint: postazioni dove vengono installati dei compattatori di bottiglie di plastica e alluminio che, in cambio di ogni pezzo inserito, rilasciano uno scontrino del valore di 0,10 € da poter spendere nelle attività convenzionate del Comune stesso. Supermercati, officine meccaniche, bar, ristoranti, centri estetici, fiorai….sono tantissime le attività che aderiscono all’iniziativa nei Comuni di Sogliano Cavour, Uggiano La Chiesa, Corigliano d’Otranto, Muro Leccese, Vernole, anche Otranto,  Cutrofiano, Squinzano, Soleto. 
Qui la rivoluzione è iniziata. L’avreste mai detto?

ECCO IL VIDEO:

fonte: Salentonline

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.