Senza categoria

TRICASE – A PROCESSO IL TITOLARE DI UN BAR PER PRESUNTE MOLESTIE SU UNA DIPENDENTE.

TRICASE (Lecce) – E’ finito sotto processo il titolare di un bar con l’accusa di violenza sessuale ai danni di una sua dipendente. Un 50enne di Tricase è stato rinviato a giudizio dal gup Antonia Martalò così come richiesto dalla pubblica accusa e l’istruttoria si aprirà il prossimo 4 maggio dinanzi ai giudici della seconda sezione penale.

Nel corso dell’udienza preliminare, la persona offesa, una 43enne georgiana ma residente da tempo a Tricase, si è costituita parte civile con l’avvocato Giovanni Montagna chiedendo un risarcimento danni di 50 mila euro. L’indagine prende le mosse alla fine dello scorso anno.

La donna di origini straniere viene assunta dal titolare del bar con un contratto a tempo indeterminato e all’interno dell’esercizio commerciale le giornate lavorative scivolano via senza particolari problemi. Questo andazzo sarebbe andato avanti fino agli inizi dell’anno quando il 50enne avrebbe iniziato ad indossare i panni del molestatore.

Due gli episodi contestati avvenuti il 3 e il 4 gennaio quando la donna sarebbe stata avvicinata dal suo datore di lavoro all’interno del laboratorio dove sarebbe stata baciata nonostante le sue resistenze. Subito dopo il secondo abuso subito, la donna si allontanò dal bar e decise di raccontare tutto quanto al proprio fidanzato.

Da qui la decisione di denunciare il suo ormai ex datore di lavoro e l’apertura di un fascicolo d’indagine da parte del pubblico ministero Stefania Mininni. L’imputato, difeso dagli avvocati Luigi Corvaglia e Michele Sperti, potrà ora dimostrare la propria innocenza dinanzi ad un collegio di giudici.

 

Fonte: corrieresalentino

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *