Cronaca, Giustizia, Tricase

TRICASE: ABUSI E MINACCE SULLA MOGLIE PER 9 ANNI. 51ENNE ALLONTANATO DA CASA.

Abusi e maltrattamenti per oltre nove anni rimasti nel silenzio delle mura domestiche ed emerse solo quando i figli della coppia sono diventati maggiorenni convincendo così la donna a denunciare il suo uomo.
La violenza che molto spesso fa da cornice e poi alimenta i tanti drammi che nascono tra le pareti di casa e che crescono perché vengono taciuti è emersa solo pochi mesi fa e gli accertamenti degli inquirenti sono

approdati all’applicazione della misura cautelare dell’allontanamento dalla casa familiare dell’uomo molesto così come disposto dal gip e richiesto dal pubblico ministero Stefania Mininni.

Il 51enne di Tricase non dovrà neppure avvicinarsi a tutti i luoghi abitualmente frequentati dalla persona offesa (come può essere l’abitazione di residenza dei suoi congiunti e i luoghi di lavoro).
Secondo le indagini, scattate grazie ad una denuncia della donna, il marito manesco avrebbe maltrattato la propria donna per quasi dieci anni adottando un comportamento autoritario, vessatorio, umiliante ma soprattutto – e aggiungiamo violento – per tutto il corso della relazione coniugale.
La donna, infatti, sarebbe stata abitualmente aggredita e spesso e volentieri le sarebbero state inferte ferite su tutto il corpo. In molti casi, infatti, la donna ha infatti dovuto ricorrere alle cure dei sanitari dell’ospedale con referti stilati già nel 2005 e andati avanti fino a qualche mese fa.
Non solo violenze fisiche ma anche psicologiche: offese e minacce del tipo: “Ti faccio fuori”, giusto per citarne alcune tra le più blande utilizzate dall’uomo. Tutti questi maltrattamenti, protrattisi nel tempo, avrebbero fatto contrarre alla donna una grave forma di ansia e di depressione. Nelle scorse ore, così, i carabinieri della stazione di Tricase hanno applicato la misura cautelare dell’allontanamento dalla casa familiare nei confronti del 51enne. L’indagato, accusato di maltrattamenti in famiglia e lesioni personali aggravate, è assistito dall’avvocato Giovanna Tornese e potrà fornire la propria versione sui fatti contestati così da poter controbattere dinanzi al gip alle accuse mosse dalla moglie.


fonte: Corrieresalentino – Quotidiano di Lecce. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.