Cronaca, Tricase

TRICASE: AI DOMICILIARI DUE FRATELLI PER DETENZIONE E SPACCIO DIMARIJUANA.

Detenzione ai fini di spaccio di marijuana è questa l’accusa da cui dovranno difendersi Andrea e Michele Ferramosca, due fratelli di Tricase, arrestati nella serata di ieri.

Il tutto ha preso il via da un posto di controllo a Miggiano, nel quale, i militari della Stazione di Specchia hanno proceduto al controllo dell’autovettura Fiat Punto condotta da Andrea con a bordo un cittadino marocchino anche egli di Tricase; il giovane, già noto alle Forze dell’Ordine, si sarebbe mostrato immediatamente agitato e i militari hanno così deciso di procedere alla perquisizione del veicolo.
Dopo le avvertenze di rito, forse preso dall’agitazione, il passeggero avrebbe consegnato spontaneamente


agli uomini dell’Arma una bustina contenente circa tre grammi di marijuana che avrebbe occultato all’interno dei pantaloni.

Successivamente, durante la perquisizione dell’autovettura, all’interno della scatola dello sterzo, sarebbe stato rinvenuto un involucro contenente circa 18 grammi di marijuana e la somma contante di 180 euro ritenuta provento dell’attività illecita di spaccio.


La perquisizione, a questo punto, è stata estesa anche all’abitazione del giovane; giunti sul posto i militari della Stazione di Specchia coadiuvati dai colleghi del Nor – aliquota Operativa hanno preso immediatamente posizione dinnanzi alla casa e vicino al garage nella disponibilità di Andrea Ferramosca.

Appena giunti nei pressi del box auto i Carabinieri avrebbero visto Michele  che, alla presenza di altri ragazzi, appoggiato su un tavolino, sarebbe stato intento a confezionare dosi di marijuana pesandola con un bilancino di precisione.

Alla vista di ciò i militari hanno fermato immediatamente i presenti e hanno proceduto alla perquisizione del locale all’interno del quale sarebbero stati rinvenuti circa 80 grammi di marijuana e varie banconote, per un totale di circa 100 euro, anche esse ritenute il provento dell’attività di spaccio.


Constatato il tutto i militari hanno proceduto alla perquisizione personale   dei presenti e avrebbero trovato  nelle tasche di uno di questi circa un gramo di marijuana identica nel confezionamento di quella rinvenuta ai due fratelli e verosimilmente acquistata dagli stessi.

I due sono stati, così, tratti in arresto e tradotti presso l’abitazione in regime degli arresti domiciliari.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.