• Tricasenews.it è ancora in fase di aggiornamento, vi chiediamo un po' di pazienza qualora dovessero presentarsi rallentamenti o difficoltà nella navigazione. Grazie!
Cultura, Eventi, Tricase Porto

TRICASE – “AVAMPOSTO MARE” OSPITA DAL 21 AL 26 SETTEMBRE “3rd MARINE ZOOLOGY INTERNATIONAL SUMMER SCHOOL”TRICASE

TRICASE PORTO – L’Avamposto Mare, struttura finalizzata alla Ricerca Formazione e Divulgazione scientifica nel quadro di un accordo comune di cooperazione accademica fra le Università di Milano, Padova, Palermo, e del Salento, ospitera’ dal 21 al 26 settembre “3rd MARINE ZOOLOGY INTERNATIONAL SUMMER SCHOOL”.  

I temi scientifici verteranno sull’analisi comparativa delle principali strategie di adattamento attraverso diversi phyla di invertebrati di sollevare l’interesse sulla biologia invertebrati ed evoluzione. E’ prevista la presenza di venti studenti, oltre ai docenti.

Un nuovo corso internazionale dedicato agli invertebrati marini che coinvolge anche membri del Med – Jellyrisk, che e’ un consorzio finanziato dalla Comunita’ Europea  ENPI-CBC MED atto a migliorare gli approcci gestionali e mettere in atto specifiche strategie di mitigazione degli impatti provocati dalla proliferazione delle meduse.

Gli invertebrati marini rappresentano la componente più della biodiversità e la più ampia radiazione evolutiva adattiva sul nostro pianeta, con più di 2.000.000 morfo-specie formalmente descritte (il 95% della biodiversità complessiva degli animali). Essi comprendono organismi acquatici con relativamente semplici piani del corpo, come spugne o cnidari e taxa morfologicamente complesso, come molluschi, echinodermi e protocordati. Tra questi, alcuni taxa sono stati creati o sono attualmente emergendo come sistemi modello di laboratorio, le versioni semplici di organismi più complessi. Indagando cicli di vita e adattamenti funzionali di invertebrati marini, gli scienziati imparano sull’evoluzione di Metazoi. La ricerca di invertebrati marini ha portato ad alcuni dei più grandi progressi scientifici. Studi sulla biologia del calamaro hanno portato alla comprensione delle basi molecolari della trasmissione synapytic; indagini sui ricci di mare sono stati fondamentali verso la comprensione della riproduzione sessuale e il primo sviluppo; policheti, fornito informazioni chiave sul evoluzione e lo sviluppo di sistemi nervosi centralizzati; cnidari offerto intuizioni fondamentali in materia di invecchiamento, biologia delle cellule staminali e dei meccanismi molecolari che controllano la differenziazione delle cellule; spugne, placozoans e Ctenophora sono gruppi per risalire l’evoluzione del pluricellularità. Inoltre, gli invertebrati marini sono considerati una fonte in gran parte inutilizzato di composti bioattivi. Conoscenza approfondita delle strategie adattative di invertebrati marini è obbligatorio per la comprensione delle interazioni organismo-ambiente, le relazioni specifiche intra-e inter-specifici, il funzionamento delle comunità biologiche e gli ecosistemi, e la gestione delle risorse in programmi di conservazione. 

Esprime la sua soddisfazione il Sindaco Coppola:

“Ci siamo, il primo corso di biologia marina internazionale ad Avamposto Mare si farà dal 21 al 26 settembre. L’arrivo di 20 studenti e di parte dei docenti è per domenica 20 settembre.  Siamo molto contenti dell’avvio di questa attività, per l’enorme valore scientifico e simbolico per la tutela, la conoscenza e lo sviluppo consapevole e sostenibile del nostro bellissimo mare.
Il laboratorio è attivo dall’inizio di agosto ed è visitabile ogni lunedì, mercoledì e venerdì dalle 18 alle 20. Nelle ore di visita è sempre presente un biologo marino che illustra il laboratorio, le attività dell’avamposto”.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *