• Tricasenews.it è ancora in fase di aggiornamento, vi chiediamo un po' di pazienza qualora dovessero presentarsi rallentamenti o difficoltà nella navigazione. Grazie!
Cronaca, Incidente, Tricase

TRICASE, BIMBO DI 7 ANNI TRAVOLTO CON LA BICI IN PIAZZA CAPPUCCINI, SFIORATA LA TRAGEDIA

TRICASE – Investito da una bici mentre giocava a calcio con i suoi amici in Piazza. Per questo motivo un bambino di 7 anni e’ stato ricoverato in codice rosso domenica scorsa all’Ospedale “Card. Panico” di Tricase dove tutt’ora si trova in osservazione a causa di un trauma cranico.

E’ successo domenica sera nella centralissima Piazza Cappuccini, piazza interessata da una ordinanza del Sindaco di Tricase che vieta (invano) ogni tipo di attivita’ sportiva o gioco. 

Da una prima ricostruzione sembra che il bambino stesse giocando a calcio con i suoi coetanei quando all’improvviso e’ stato colpito alla testa dalla ruota anteriore di una bici guidata da un ragazzo che faceva delle impennate. 

Il violento impatto ha fatto cadere per terra il bimbo privo di sensi tanto da far credere a tutti che la serata si fosse trasformata in tragedia. 

Soccorso dai sanitari del 118 giunti prontamente sul posto, lo sfortunato bambino si e’ svegliato e una volta in Ospedale e’ stato sottoposto ai controlli di rito compresa una Tac che ha scongiurato il peggio. 

Sulla vicenda interviene con una dichiarazione il Consigliere Nunzio Dell’Abate:

“Queste le conseguenze delle politiche di depotenziamento del nostro corpo di Polizia Locale. Una Città sempre più carente per sicurezza e vigilanza.

A cosa servono le ordinanze del Sindaco, se non c’è un minimo di controllo e non certo per colpa dei nostri Agenti di Polizia Locale, ridotti al lumicino e costretti a serrare l’Ufficio alle 20 ?

 Un paese che di sera diventa terra di nessuno. Neppure una telecamera di sorveglianza, almeno nei punti più sensibili.  La mancanza di tranquillità mina la qualità della vita e ritarda il progresso di una comunità”.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *