Cronaca, Giustizia, Sentenza, Tricase

TRICASE, CONDANNATI PER STALKING I DUE FRATELLI DI TRICASE

TRICASE – Ne avevamo scritto lo scorso 4 febbraio. Due fratelli, G.D.I. 72 anni lui e M.A.D.I. 77 anni lei, dovevano rispondere ieri 18 febbraio davanti al Gup Giulia Proto, dei reati di stalking e minacce, perpetrati ai danni di una coppia titolare di una attività commerciale di Tricase.

Entrambi sono stati riconosciuti colpevoli dei reati di stalking e danneggiamenti e condannati a 18 mesi lui e 16 mesi la sorella. Il pubblico ministero aveva chiesto rispettivamente 18 e 21 mesi di reclusione.

I fratelli, a partire dal 2017, anno di apertura della attivita’ commerciale avrebbero posto in essere una serie di atti persecutori nei confronti della coppia, alcuni dei quali anche alla presenza dei clienti, questi ultimi a loro volta insultati ed invitati ad andare via dal negozio

Fratello e sorella secondo l’accusa sarebbero arrivati a sputare le vetrine del locale, a posizionarvi degli escrementi di cane dinanzi all’ingresso, ad insultare pubblicamente i proprietari ed a minacciarli frasi del tipo: “Digraziati, ve n’iti scire”; “apriti l’occhi”; “truffatore”; “morto de fame”.

Alcuni degli elementi denunciati sarebbero avvalorati da immagini delle telecamere di sorveglianza.

I due erano dall’avv. Carlo Chiuri mentre gli avvocati Silvio Verri e Biagio Martella erano gli avvocati della coppia di esercenti

La vicenda ebbe il suo culmine a gennaio del 2020, il proprietario della gelateria in questione si vide rigare l’auto, una Audi A2. Fu la goccia che fece traboccare il vaso della pazienza, portandolo a sporgere denuncia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.