• Tricasenews.it è ancora in fase di aggiornamento, vi chiediamo un po' di pazienza qualora dovessero presentarsi rallentamenti o difficoltà nella navigazione. Grazie!
Cultura, Eventi, Musica, Tricase

TRICASE – CORDE MAGICHE 28/29/30 AGOSTO ORE 21,00 PIAZZA DON TONINO BELLO.

TRICASE – Ritorna Corde Magiche “grandi chitarristi del nostro tempo”, che quest’anno giunge alla ottava edizione. Il 28-29-30 agosto dalle ore 21,oo in Piazza Don Tonino Bello. 

Venerdi’ 28  Gianluca Longo, Mandolista dell’Orchestra popolare “La Notte della Taranta”, ha lavorato con Ambrogio Sparagna, Mauro Pagani, Ludovico Einaudi, Goran Bregovic, Giovanni Sollima e Phil Manzanera. Ha suonato, tra gli altri, con Franco Battiato, Massimo Ranieri, Francesco De Gregori, Lucio Dalla, Gianna Nannini, Negramaro, Piero Pelù, Francesco Di Giacomo, Carmen Consoli, Vinicio Capossela, Hevia, Giovanni Lindo Ferretti. Ha lavorato nello spettacolo teatrale “Molto rumore per nulla” sotto la direzione di Gigi Proietti.

Nel 2008 è stato direttore e arrangiatore dell’Orchestra Popolare Abruzzese della Transumanza.Ha inciso numerosi lavori discografici, di cui DANZALATERRA da solista, e pubblicato un libro di ricerca etnografica dal titolo IL MANDOLINO: STORIE DI UOMINI E SUONI NEL SALENTO.

A seguire sara’ la volta di Madya Diebate (Cora) nel Trio Mandè + Special Guest Aliou “BUKI” Diouf in Afrikan Song. Il Madya Diebate Trio Mandè, interpreta il repertorio tradizionale di musiche dell’africa dell’ovest in maniera innovativa e personale come frutto dell’incontro di questi virtuosi musicisti.

Le composizioni del Madya Diebate e del suo Trio, sono dolci e struggenti nelle loro antiche melodie, complesse e irresistibili nei ritmi tradizionali. E’ musica che ha il potere di trascinare chi ascolta in dimensioni oniriche antiche come solo i griot e la kora riescono a fare: rifs insistenti che si rincorrono, ipnotici, meditativi, nervosi e aggrumati.

Nelle esibizioni di Madya, il tempo si farà incerto, la mente sembrerà acquietarsi e diverrà leggera. Lasciate che voli via, lontana. Questo è il miracolo della kora suonata da Madya Diebaté, suo straordinario interprete e dal suo Trio.

Al Trio Mandè  si aggiunge, come special guest , Aliou Diouf , noto batterista africano, detto anche “BUKI” che ha accompagnato i più famosi gruppi e cantanti africani quali Baaba Maal, Amy Koita , Youssou Ndour, Dhimy Cheikh Lo.

Sabato 29  tocchera’ a Les 13  (Silvia Boccadamo Trio). Le 13: tre seducenti donne, con la chitarra

Non aspettatevi tredici componenti di un gruppo. Le tredici sono semplicemente in tre: Silvia Boccadamo, Carla Canitano e Maria Luisa Petrelli, unite da una forte amicizia e dall’amore per la chitarra.
Da quando hanno formato il gruppo non si sono mai fermate: tanti concerti in tutta Italia. Non sono compositrici, ma reinterpretano con abilità le più note melodie e i testi dei più famosi musicisti.

Il repertorio che presenteranno  è un omaggio al Tango e al SudAmerica, in  particolare all’universo musicale del creatore del “Tango Nuevo” Astor Piazzolla.

Successivamente sara’ la volta di Umberto Viggiano Gipsy Trio, Featuring Giacomo Desiante. 

L’ Umberto Viggiano Trio Gipsy Jazz offre uno spettacolo emozionante dal ritmo frenetico. Passione e vitalità sono infatti alcune delle caratteristiche della musica manouche, la musica gitana che il Trio rappresenta magistralmente attraverso l’esecuzione di brani standard e composizioni originali. Si tratta di un vero viaggio che spazia dal ritmo incalzante e spettacolare della musica gipsy fino alle sonorità delle Mille e una notte. Chitarre zingare, oud e contrabbasso sono gli strumenti protagonisti di un’esibizione raffinata ed autentica, frizzante e vicina ad ogni tipo di pubblico

Per apprendere la tecnica manouche Umberto Viggiano collabora con i maggiori esponenti di questo stile vivendo per nrevi periodi nei campi zingari alla ricerca soprattutto del “sentire” manouche sempre convinto che la musica è l’unica a non poter mentire. Crea così un suo stile che fonde il timing dello swing, la bellezza della musica classica, la passione della musica manouche: tutti elementi evidenti nelle sue composizioni originali

Il gruppo è impreziosito dalla presenza di Giacomo Desiante alla fisarmonica. Compositore, direttore d’orchestra, polistrumentista e conoscitore dei diversi generi musicali ha potuto arricchire notevolmente il suo linguaggio musicale collaborando con musicisti di fama internazionale nell’ambito della musica jazz, blues, cubana e brasiliana.

Domenica 30 sara’ la volta di Marta & Manufunk duo, Una voce (Marta De Giuseppe) e una chitarra (Emanuele manufunk  Pagliara) per un viaggio attraverso mondi musicali rivisitati con brio e essenzialità. Una grande prova di virtuosismo vocale e strumentale. Entrambi fanno parte del gruppo Bundamove.

Chiudera’ la manifestazione Pietro Quirino & Il quartetto Calace. Questo straordinario gruppo di artisti collabora con i maggiori interpreti della musica italiana e internazionale.
Con il concerto”Serenata Napoletana” propone un raffinato excursus storico  della canzone napoletana seguendo  una linea filologicamente perfetta. Il programma è piuttosto articolato;
l’esecuzione è d’altissimo livello.
Spazia dalla musica classica, alla tradizione etnica, alla canzone d’autore, tracciando un percorso storico-musicale che parte dal  seicento e giunge fino alla metà del Novecento attraverso i vari generi della musica napoletana e nell’assoluto rispetto filologico dei brani eseguiti.

La performance è impeccabile.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *