• Tricasenews.it è ancora in fase di aggiornamento, vi chiediamo un po' di pazienza qualora dovessero presentarsi rallentamenti o difficoltà nella navigazione. Grazie!
Politica, Tricase

TRICASE – DELL’ABATE: “PIU’ SOLDATI MENO GENERALI.”

TRICASE – La Giunta Comunale ha deliberato l’assunzione a tempo indeterminato e a tempo pieno di un Istruttore Direttivo cat. D e di un Agente cat. C di Polizia Locale.
Se, nell’ottica dell’auspicato potenziamento strutturale del Corpo di Polizia Locale, si appalesa vitale e anzi insufficiente l’assunzione di un nuovo Agente, senz’altro superfluo può ritenersi l’impiego di preziose risorse economiche per il reclutamento di un altro funzionario (Vice Comandante), figura intermedia che nulla aggiunge sotto il profilo del servizio assicurato in strada di cui la Città ha impellente bisogno.

Inoltre è nello spirito del vigente Regolamento Comunale di Polizia Locale, e si spera anche dell’Amministrazione, valorizzare i Sottufficiali più anziani attualmente in servizio e di prossimo collocamento a riposo, i quali, attraverso il riconoscimento dell’incarico di “Vice Comandante Aggiunto”, possono esercitare al meglio proprio quelle funzioni vicarie che il nuovo “quadro” dovrebbe nelle previsioni assicurare, con evidente risparmio di spesa.

La consistenza dell’organico di Operatori di Polizia Locale si è ridotta ad appena 11 unità effettive e le ripercussioni di tale carenza di personale sui servizi resi alla comunità sono sotto gli occhi di tutti (chiusura al pubblico degli uffici di P.L. i giorni festivi, turno serale che termina alle 20.30, ecc.), senza tralasciare le aumentate competenze del Corpo di P.L. da qualche anno a questa parte.

La Legge Regionale n.37/2011 prescrive che gli Enti Locali devono garantire una “previsione di almeno una unità operativa per ogni settecento abitanti o frazione superiore a quattrocento abitanti, ovvero di almeno una unità per ogni cinquecento abitanti per i comuni capoluogo di provincia o a vocazione turistica”. Quindi a Tricase per legge ci devono essere almeno 25 Operatori, a voler negare la vocazione turistica che il nostro territorio certamente ha.

Lo stesso Comandante Dr.Luigi Muci, con apposita nota indirizzata al Sindaco ed all’Assessore al ramo, ha posto in evidenza che “la previsione di un istruttore direttivo di vigilanza cat. D nel Settore Polizia Locale appare del tutto avulsa dalle effettive ed attuali esigenze del Corpo che, invece, necessita di personale appartenente alla cat. C da impiegare in strada nei servizi di viabilità. Da alcuni mesi, infatti, due ulteriori unità di cat. C sono in malattia e prossime al collocamento a riposo per cui la consistenza dell’organico attuale degli Operatori di Polizia Locale si è oltremodo ridotta e non è sufficiente, in alcuni giorni, neppure a coprire i tradizionali servizi di vigilanza e direzione manuale del traffico nei pressi delle scuole elementari e medie. La stessa Giunta Comunale, peraltro, ha nel corso del 2015 ed in più occasioni preso atto di tale situazione di carenza di “Vigili” deliberando la sospensione del terzo turno di lavoro proprio a causa della mancanza di Operatori di Polizia Locale”.

Ecco la ragione della nostra interrogazione consiliare che vuol invitare l’Esecutivo a riflettere se non sia il caso di impiegare quelle risorse per assumere meglio altre unità di cat. C con funzione di Agente di Polizia Locale, se del caso anche part time.

Nunzio Dell’Abate

Articolo pubblicato su Il Volantino del 20/02/2016 (concessoci dall’autore)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *