Cronaca, Furto, Tricase

TRICASE, ESCALATION DI FURTI DURANTE IL SEMI-LOCKDOWN. VIDEO.

TRICASE – Non accennano a diminuire i furti che nelle ultime settimane vedon interessate molte attività commerciali, alcune delle quali colpite più volte nell’arco di un mese.

Nelle ultime ore si è dovuto registrare l’ennesimo furto ai danni della gastropescheria Trigel.

Questa volta però il ladro, ripreso dalle telecamere a circuito chiuso ha trovato le casse vuote ed ha dovuto accontentarsi degli spiccioli sottratti ai distributori automatici di caffè e bevande sotto gli occhi di una statuetta di San Pio.

«Avevamo già incassato un furto il 18 ottobre scorso», ha raccontato il titolare Gabriele Mastria, «e sospettando che sarebbero tornati ho lasciato il mio locale senza allarmi, senza denaro nella cassa, con le luci sempre accese né doppie serrature alle porte per evitare ulteriori danni».

Come dicevamo non è la prima volta che l’esercizio commerciale viene preso di mira lo scorso mese aveva subito un altro furto con danni seri al locale.

Nei pressi della 167 altri furti li ha subiti una macelleria trasferitasi da poco in zona.

In questo caso i ladri hanno portato via il registratore di cassa e si sono introdotti nel negozio dopo aver letteralmente smontato la vetrata della macelleria, poggiandola al muro.

Nei pressi dell’ospedale Panico l’edicola nell’ultimo mese ha subito due furti e un terzo tentativo di furto con relativo sfondamento del vetro.

Prima ancora alcuni furti si sono consumati ai danni di abitazioni private con asportazione fisica della cassaforte in un caso e il taglio con fiamma ossidrica di un’altra cassaforte in un altro caso.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *