• Tricasenews.it è ancora in fase di aggiornamento, vi chiediamo un po' di pazienza qualora dovessero presentarsi rallentamenti o difficoltà nella navigazione. Grazie!
Politica, Tricase

TRICASE: FORNARO, INDINO, CASSIANO E TURCO RIAMMESSI NEL PARTITO DEMOCRATICO

Cosi’ ha deliberato la Commissione Nazionale di Garanzia del Partito Democratico presieduta da Roberto Montanari riunitasi il 7 novembre scorso.

TRICASE – Fornaro Vincenzo, Indino Rocco, Cassiano Enrico e Turco Luigi sono stati riammessi con effetto immediato nell’anagrafe degli iscritti e nell’Albo delle Elettrici e degli Elettori del PD.

Cosi’ ha deliberato la Commissione Nazionale di Garanzia del Partito Democratico riunitasi il 7 novembre scorso presieduta da Roberto Montanari.

I quattro erano stati espulsi in data 3  ottobre con verbale nr. 17 dalla Commissione Regionale di Garanzia per  essersi “candidati, nelle amministrative di Tricase di giugno scorso, in liste appartenenti a coalizione contrapposta a quella che vedeva candidato sindaco un tesserato del Partito Democratico, supportato unitamente a due civiche da apposita lista del Partito Democratico,  senza autorizzazione alcuna da parte dello stesso Partito;

Tra le motivazioni dell’accoglimento del ricorso spicca “la scelta della candidatura a Sindaco del comune di Tricase, nonché quella sulla composizione della lista del PD  viziata fin dall’origine dalla nomina illegittima del Commissario cittadino”.

Continua dunque la guerra interna al Partito Democratico di Tricase e sembra che per adesso non sia destinata a finire.

Di seguito il verbale della Commissione Nazionale di Garanzia Prot. 033_2017

La Commissione nazionale di Garanzia, riunitasi in data 7 novembre 2017, visto il ricorso presentato da Fornaro Vincenzo, Indino Rocco, Cassiano Enrico e Turco Luigi avverso la Delibera n. 17 del 3 ottobre 2017 della CRG della Puglia

premesso che:

1. con Delibera n. 17 del 3 ottobre 2017 la CRG della Puglia disponeva la cancellazione dall’anagrafe degli iscritti, nonché dall’Albo degli elettori del PD degli odierni ricorrenti, perché candidati al Consiglio comunale in liste contrapposte a quelle appoggiate dal PD;

2. gli odierni ricorrenti impugnano la suddetta delibera in quanto, a loro dire, non sussistono i presupposti di cui all’art. 2, comma 9 dello Statuto del PD

considerato che:

3. la scelta della candidatura a Sindaco del comune di Tricase, nonché quella sulla composizione della lista del PD è stata viziata ab origine dalla nomina illegittima del Commissario cittadino (vedi Delibera n. 14 del 7 luglio 2017 della CRG Puglia), il quale ha sicuramente diretto e influenzato le decisioni politiche del PD cittadino rispetto alle  elezioni amministrative 2017.

4. Malgrado la pendenza di un ricorso dall’anno 2016, solo successivamente alla celebrazione  delle elezioni amministrative la CRG della Puglia ha sancito l’illegittimità del commissariamento cittadino;

5. l’atto degli odierni ricorrenti va, pertanto, inquadrato in quel determinato contesto  politico.
Tanto premesso,

                                                                                         DELIBERA

Di accogliere il presente ricorso e, per l’effetto, riammettere con effetto immediato i Sigg.ri Fornaro Vincenzo, Indino Rocco, Cassiano Enrico e Turco Luigi nell’Anagrafe degli iscritti e nell’Albo delle Elettrici e degli Elettori del PD

Il Presidente della Commissione nazionale di Garanzia
Roberto Montanari

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *