Giustizia, Politica, Tricase

TRICASE – IL SINDACO COPPOLA: SUL GIUDICE DI PACE IL COMUNE FA GIA’ TUTTO IL POSSIBILE E ANCHE DI PIU’.

Leggo di una presunta mia responsabilità per i disagi e disservizi presso l’ufficio del Giudice di Pace della nostra città. Sembra che qualcuno pensi di essere sempre in campagna elettorale. Il nostro comune mette a disposizione la prestigiosa sede del Tribunale, si accolla tutte le spese di manutenzione e di fornitura di pubblici servizi (acqua, energia, telefonia etc.), fornisce a propria cura e spese materiale di cartoleria ed attrezzature, paga per intero tutte le spese postali e di notifica, si accolla le spese di pulizia, ha messo a disposizione un impiegato di fascia C ed uno di fascia B come richiesto dal Ministero. 

Insieme a tutti gli altri comuni che dipendono dalla nostra sede, ha fissato un importo per abitante tenendo conto delle risorse limitate per i comuni più piccoli. Si è impegnato a pagare con fondi del proprio bilancio tutte le spese eccedenti l’importo concordato. Che cosa pretendono i nostri consiglieri di opposizione? Che personalmente io vada la mattina ad aprire i cancelli per intrattenere il personale ed il pubblico o per sistemare i fascicoli. I consiglieri di opposizione sanno pure che la carenza di personale è un problema di tutti i comuni d’Italia. 

L’impiegato di fascia B, per cause che non dipendono certo dalla mia volontà, è in malattia. Vi sono ora un cancelliere ed un impiegato di fascia C. Analoga situazione per il Giudice di Pace di Alessano dove, dei tre impiegati previsti, ce ne sono da sempre solo due. Ma lì nessuno si lamenta, come mai? Non ci sono consiglieri di opposizione come i nostri, fortunato l’amico sindaco di Alessano. 

Uno dei consiglieri firmatari ha dimenticato di essere venuto più volte da me per chiedermi di non mandare più presso il Giudice di Pace l’impiegato ora in malattia? Come mai prima mi chiede di non inviare personale e poi dice che è colpa mia se il personale manca? Misteri della opposizione a tutti i costi. Che siano più seri faranno meno danno alla nostra città.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *