Economia, Lavoro, Tricase

TRICASE, INCONTRO TRA AMMINISTRAZIONE E ATTIVITA’ PRODUTTIVE PER SUPERARE LE DIFFICOLTA’

TRICASE – A seguito dell’invito a firma del Consigliere comunale Vincenzo Chiuri, Presidente della Prima Commissione Consiliare Permanente (Bilancio, Entrate e Patrimonio, Trasparenza Fiscale, Politica delle Risorse e degli Investimenti), in data odierna nella Sala Consiliare di Palazzo Gallone si è tenuto l’incontro tra l’Amministrazione Comunale (rappresentata dallo stesso consigliere Chiuri e dall’Assessore al ramo Rita De Iaco), l’Associazione Commercianti Tricase (nella persona della Presidente Stefania Palmieri e del Vicepresidente Antonio De Iaco) e la Delegazione locale di Confcommercio Lecce (nella persona della Presidente Rosanna Zocco e del Consigliere delegato Fabio Chiarello).

Nell’incontro abbiamo rappresentato le istanze di tutti gli associati, delle rispettive categorie commerciali e produttive del nostro Comune, dettate dal difficile momento che tutti i settori stanno attraversando a causa della grave emergenza dovuta al Coronavirus.

Abbiamo ritenuto opportuno chiedere all’Amministrazione Comunale di esaminare ogni soluzione volta a individuare soluzioni lenitive delle gravi difficoltà economiche già in essere e come prima e prioritaria linea d’intervento abbiamo chiesto di agire su tasse, tributi e imposte locali. Nello specifico la proposta è stata di esonerare dalle imposte per il periodo di inattività (indicativamente il trimestre) e di ridurle, per il restante periodo dell’anno e per almeno il 2021, sia in termini di importo che in termini di incidenza percentuale.

I rappresentanti dell’Amministrazione hanno assicurato che era un’iniziativa già in fase di valutazione e che, nei limiti del possibile, ne sarà verificata la fattibilità. Sulla misura dell’intervento sarà possibile avanzare ipotesi realistiche non appena le voci di bilancio saranno meglio definite.

Abbiamo inoltre chiesto di mettere in campo ogni iniziativa utile per contenere le conseguenze che il periodo emergenziale si porterà dietro, ben consapevoli che la portata di qualsiasi comune proposta dovrà guardare anche al medio -lungo periodo.

La richiesta pervenuta dal tessuto produttivo è stata molto apprezzata dall’ Amministrazione Comunale che, da canto suo, stava già lavorando su misure contenitive delle conseguenze congiunturali negative (fiscalità, promozione del territorio, supporto tecnico e giuridico, messa a disposizione di beni, servizi e know how etc.), causate dalla chiusura forzata delle attività ma anche dal paventato ridotto “volere e potere” d’acquisto delle famiglie che affronteranno il tempo a venire con giusto e ponderato timore.

Obbiettivo primario, comune, sarà quello di salvaguardare le imprese del territorio e metterle nelle migliori condizioni per affrontare l’emergenza e ripartire con rinnovate energie.

L’incontro si è concluso con reciproca soddisfazione e con l’intesa di un aggiornamento nel breve termine

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.