Attualità, Covid-19, MoVimento 5 Stelle, Tricase

TRICASE, LA CONSIGLIERA SODERO SEGNALA ASSEMBRAMENTI DI GENITORI E BAMBINI PRESSO IL DISPENSARIO

TRICASE – Con una mail inviata a mezzo pec al Distretto Socio Sanitario, alla Direzione Generale della Asl Lecce, al Centro Vacccinazione S.I.S.P. di Tricase e alla consigliera regionale Antonella Laricchia,  la consigliera comunale del MoVimento 5 Stelle di Tricase, Francesca Sodero ha segnalato assembramenti di genitori con i rispettivi neonati presso il “Dispensario”, luogo in cui vengono effettute le vaccinazioni facente capo al Distretto Socio Sanitario di Gagliano del Capo. 

Questo il testo:

“Pervengono dai cittadini segnalazioni di assembramenti di genitori in attesa per la vaccinazione dei neonati presso la sede di Tricase. Nello specifico, intorno alle ore 9.30 di oggi 21 aprile sono stare registrate 35 presenze di adulti in attesa, con rispettivi neonati, in assenza di un’organizzazione per appuntamenti per fasce orarie che consenta di scaglionare le presenze ed evitare raggruppamenti, come richiesto dalle norme in vigore per fronteggiare il periodo di emergenza cotro la diffusione del contagio da Covid-19.”

Mi hanno riferito che oggi vi erano 35 persone, tutte insieme, ad aspettare, senza il rispettivo orario di appuntamento e senza alcuna precauzione” – dichiara la Sodero –  negli altri distretti, invece, a quanto mi risulta si riceve per appuntamento e senza far formare assembramenti.

Mi pare assurdo – continua – che nel distretto di Gagliano del Capo, con particolare riferimento alla sede di Tricase, si gestisca il tutto senza una organizzazione idonea delle vaccinazioni

Tra le segnalazioni pervenutemi”, ha aggiunto la consigliera Sodero, “anche quella di una mamma alla quale a specifica richiesta è stato risposto che anche per la prossima volta non sono previsti ingressi contingentati”.“

Ci stanno dicendo in tutti i modi – conclude Francesca Sodero – che anche con la riapertura dovremo essere prudenti ed evitare atteggiamenti a rischiomi pare quindi che chi di dovere si dovrebbe attivare subito per evitare lo spiacevole ripetersi di simili episodi”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *