• Tricasenews.it è ancora in fase di aggiornamento, vi chiediamo un po' di pazienza qualora dovessero presentarsi rallentamenti o difficoltà nella navigazione. Grazie!
Politica, Tricase

Tricase – L’assessore Fracasso: su Slow Sud il comune ha fatto la sua parte

TRICASE – Faccio molta fatica ma questa volta devo rispondere alle inesattezze e ai giochi di parole, che inducono a false interpretazioni, del Consigliere Dell’Abate in riferimento alla manifestazione Esco di Radio – Slowsud realizzata l’anno scorso. Il contributo dell’amministrazione comunale di euro 2.000 a Esco di Radio è stato regolarmente pagato al contrario di quanto fa capire il Consigliere con la frase “L’Amministrazione Comunale non paga un’Associazione per una manifestazione svolta nell’estate scorsa”.

Allora cerchiamo di far capire alla gente di cosa si sta parlando: L’associazione nell’anno 2015 partecipa ad un bando regionale per un finanziamento di euro 2.500 con la partnerschip del Comune di Tricase sempre pronto a sostenere le associazioni al contrario di quanto afferma il Consigliere. Successivamente i referenti delle associazioni fanno all’amministrazione Comunale una richiesta di cambiare l’intestatario del progetto finanziato all’associazione con il Comune stesso in quanto la Regione poteva finanziarlo con 5.000 euro invece di 2.500 euro perché presentato come Ente.

L’amministrazione ovviamente, su richiesta dell’associazione che aveva tenuto i contatti con la Regione, si pone in maniera favorevole comunicando alla Regione Puglia la sua disponibilità. L’intoppo è sopravvenuto a livello tecnico, e non politico come sostiene Dell’Abate, in quanto nel momento in cui è il Comune a rendicontare cambiano le norme. In parole povere la Regione ha elargito le somme ma gli uffici non riescono a trovare il modo di risolvere il problema a livello tecnico, forse anche a causa delle pressioni che l’opposizione fa da quattro anni agli uffici cercando di ingessare tutta la macchina amministrativa (poco importa se le conseguenze le pagano i cittadini ma il fine di mettere in difficoltà l’amministrazione giustifica ogni mezzo).

Posso assicurare il Consigliere Dell’Abate che l’amministrazione comunale ha fatto e sta facendo tutto ciò che può fare per le sue competenze e a questo riguardo si è scritto una lettera ai revisori dei conti per darci una soluzione tecnica. Tante volte penso che il politico, se ha davvero interesse a risolvere le questioni invece di utilizzarle come spot elettorali (perché il danno si fa proprio all’associazione che si dice di voler difendere), farebbe meglio a parlare di meno e lasciare lavorare in tranquillità gli uffici oberati dalle tante pratiche con poco personale a disposizione per le assunzioni bloccate da anni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *