Cronaca, Tricase

TRICASE: MORI’ PER TUMORE PROVOCATO DALL’AMIANTO. A GIUDIZIO 13 DELLA MARINA.

“Il Tribunale di Padova ‘ rinviato a giudizio i tredici imputati, nel processo ‘Marina Militare bis’, per le contaminazioni da amianto che avrebbero provocato la morte di almeno due navali, il capitano di vascello Giuseppe Calabro’, di Siracusa, e del meccanico Giovanni Baglivo, di Tricase (Lecce). Le accuse sono di omicidio colposo, lesioni personali colpose e cooperazione nel delitto colposo “. Lo scrive in una nota l’Osservatorio Nazionale Amianto.

“Queste le 13 persone rinviate a giudizio: si tratta degli allora direttori generali di Navalcostarmi Lamberto Caporali e Francesco Chianura, dei dg della Sanita’ Militare Elvio Melorio, Agostino Didonna e Guido Cucciniello, dell’ex comandante in capo della squadra navale Mario Porta e ancora di Antonio Bocchieri, Mario Di Martino, Angelo Mariani, Luciano Monego, Umberto Guarnieri, Sergio Natalicchio, Guido Venturoni.

I tredici, secondo l’ipotesi di reato, avrebbero causato in concorso la morte per mesotelioma pleurico del capitano Giuseppe Calabro’ e del meccanico Giovanni Baglivo “, spiega l’Osservatorio nazionale Amianto.

“Da questi due casi era nata nel 2005 l’inchiesta sull’amianto, ingranditasi negli ultimi anni disadvantage l’acquisizione di oltre 600 cartelle cliniche di altrettanti marinai ammalati. Di questi, almeno 300 erano deceduti per mesotelioma pleurico e malattie amianto correlate “, spiega l’Ona.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *