• Tricasenews.it è ancora in fase di aggiornamento, vi chiediamo un po' di pazienza qualora dovessero presentarsi rallentamenti o difficoltà nella navigazione. Grazie!
Cronaca, Tricase

TRICASE – NIENTE PIU’ BATTITO, FETO SENZA VITA, GENITORI SPORGONO DENUNCIA.

TRICASE – Una giovane coppia, lei di 26 anni, lui di 35 che attendevano un bimbo hanno sporto denuncia contro il personale sanitario dell’Ospedale Panico di Tricase. La giovane 26enne ormai alla ventisettesima settimana di gravidanza si trovava ricoverata da cinque giorni presso il reparto di Ostetricia – Ginecologia per delle perdite di liquido amniotico.

Dalle prime ricostruzioni, due giorni fa durante il tracciato il battito cardiaco era presente e la giovane mamma veniva rassicurata circa il quadro clinico del piccolo portato in grembo.  

Ieri l’amara sorpresa, un altro esame diagnostico eseguito in serata, invece, non ha più riscontrato alcuna palpitazione. La ragazza è stata sottoposta a un taglio cesareo, dal quale i medici hanno estratto il feto ormai privo di vita.

In seguito alla denuncia la Procura di Lecce ha aperto un’inchiesta a carico di ignoti per il reato di procurato aborto. Il Sostituto Procuratore della Repubblica di Lecce Stefania Mininni ha disposto il sequestro delle cartelle cliniche e l’identificazione del personale medico.

 

La piccola salma e’ stata trasferita presso la camera mortuaria del Vito Fazzi di Lecce in attesa che l’autorità giudiziaria, nelle prossime ore, incarichi il medico legale per l’esame autoptico. 

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *