Cultura, Eventi, Tricase, Tricase Porto

TRICASE PORTO, “CORIANDOLI E NCIURITE ALLE RUTTE” SABATO 4 MARZO

TRICASE PORTO – “Nfumulatu”, “30 pise”, “Senza pinzieri”, “Parasaula”, “Spentrapiche”: sono le “‘nciurite”, i soprannomi, dei pescatori di Tricase Porto che per Carnevale diventano anche i temi delle barche, i caratteristici gozzi, animate e agghindate di tutto punto per farsi ammirare nel porticciolo.

I gozzi, circa sei o sette, rappresentano ognuno il nome di una famiglia, o meglio il soprannome che una famiglia, per un motivo o per un altro, si porta dietro di generazione in generazione.

L’associazione Libeccio, sempre attenta a mantenere vive le tradizioni e la storia dei pescatori di Tricase Porto, li ha trasformati in temi carnevaleschi insieme ai particolari “carri allegorici galleggianti”.

PROGRAMMA

Ore 15,00
Addobbo dei gozzi con le maschere delle Nciurite appartenenti alle famiglie dei pescatori e sfilata dal porto nuovo alla “RENA”

Ore 15,30
MUSICA di “Paranza”
DOLCETTI “Nfumulati”
Intrattenimento per i piccoli con i ragazzi della Clownterapia dell’associazione “CUORI E MANI APERTE VERSO CHI SOFFRE”

Ore 18,00
CUNTI “Fusciatei”, STORNELLI “Curti” E FILASTROCCHE “Spentrapiche”
con i MAJELANA’S BROTHERS & Co

Ore 20,00
PITTULATA “Senzapinzieri”
“Trentapise” de PISCE FRITTU

Ore 20,30
MUSICA “Tampone”
PIZZICA con i ragazzi dell’associazione TRAMANDANDO, recupero delle tradizioni salentine, Tricase.

Un gruppo di musicisti stornellatori richiamano i gozzi dalla spiaggetta dove si affacciano le antiche grotte, “le rutte”, recuperate e rese agibili di recente, per poi intonare sagaci e goliardiche rime in musica. “Le rutte”, ospitano invece i sapori della gastronomia marinara, dai “pupiddhri” fritti alle sarde panate e le immancabili “pittule”, per fare festa e divertirsi fino a tardi davanti all’Adriatico.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *