Cultura, Eventi, Istruzione, Salento, Tricase, Tricase Porto, Turismo

TRICASE PORTO – INAUGURATO “MARE” – AVAMPOSTO DI RICERCA E OSSERVAZIONE DELLA BIODIVERSITA’ MARINA E COSTIERA.

TRICASE PORTO – E’ stato inaugurato ieri nei locali vicini alla Rotonda “Mare”, avamposto mediterraneo di ricerca ed osservazione della biodiversità marina e costiera. Una struttura finalizzata alla ricerca nell’ambito della biologia marina. 

La struttura comprende vasche di lavoro, un laboratorio, una sala conferenze ed una videomediateca. “L’avamposto “Mare” sarà un centro di ricerca marina e costiera, e anche un centro di divulgazione scientifica” fa sapere dal suo profilo facebook “Ferdinando Boero” Professore di Biologia Marina nell’Università del Salento. La struttura e’ stata realizzata dal Comune di Tricase che ha messo a disposizione i locali, in collaborazione con l’Universita’ del Salento, il Parco Otranto Santa Maria di Leuca Bosco di Tricase , Il CIHEAM Bari, e con la fattiva collaborazione dell’Associazione Magna Grecia Mare.

media
Foto di Guglielmo Casamassima
labora
Foto di Guglielmo Casamassima
11251118_394970114047281_7576503516060467100_n
Foto di Guglielmo Casamassima

 

Per l’occasione e’ state anche presentate “Pelagia”, la nuova imbarcazione da ricerca del Dipartimento di Scienze e Tecnologie Biologiche ed Ambientali dell’Università del Salento e la ricerca “PISCARE”  le poste di pesca della costa Sud-Est del Salento”.

“Mare”  è anche un osservatorio, un centro per la didattica e un luogo di informazione e divulgazione aperto non solo ai ricercatori, ma anche a turisti e curiosi che vogliano approfondire le proprie conoscenze sugli ecosistemi marini e costieri,  quindi un centro di vedetta, monitoraggio e valorizzazione della costa e, soprattutto, di quel meraviglioso elemento che chiamiamo “Mare”. 

A presentare il tutto il Sindaco Antonio Coppola e sono intervenuti anche  Cosimo Lacirignola, Segretario Generale del CIHEAM – Vincenzo Zara, Rettore Università del Salento – Luigi De Bellis, Direttore DiSTeBA, – Antonio Errico, Presidente Associazione Magna Grecia Mare. 

presentazione
Foto di Guglielmo Casamassima

Soddisfatto  il Sindaco Antonio Coppola che ha spiegato come il progetto fosse stato gia’ concepito nel 2001 a seguito di un convegno internazionale a Tricase in cui si parlava di Mediterraneo, di relazioni internazionali e di progetti di sviluppo in cui ebbe la fortuna di conoscere Ferdinando Boero professore di Biologia Marina nell’Università del Salento. 

“Il progetto è partito allora, su sua proposta. Anni ed anni di idee, progetti, richieste di finanziamenti. Oggi è,finalmente realtà. Grazie a nome di tutta Tricase ai protagonisti. Il Prof. Boero e L’Università del Salento, il Parco Otranto Santa Maria di Leuca Bosco di Tricase e l’Istituto Agronomico del Mediterraneo che è stato protagonista impegnato in prima linea ed è il destinatario dei finanziamenti. Per la gestione si è predisposta una convenzione tra Comune di Tricase, Università del Salento ed Istituto Agronomico del Mediterraneo. La comunità di Tricase Porto e tutta Tricase potranno trarre enormi e immediati benefici. Fondamentale è stata l’associazione Magna Grecia Mare per lo stimolo, le idee e l’infaticabile azione di motore di entusiami. Il mare va studiato, protetto curato, salvaguardato con competenza e grandissismo amore. La nostra vita dipende dal mare. Finalmente un tributo di riconoscenza da parte nostra. Sono felice”.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *