Cronaca, Tricase

TRICASE – PRIMA LA LITE E POI L’INVESTIMENTO. AI DOMICILIARI UN 30ENNE.

L’episodio e’ accaduto la Domenica della Palme. Alla vittima sono stati diagnosticati 25 giorni di prognosi. 

TRICASE – Un 30enne di Tricase, Francesco Torsello e’ stato arrestato con l’accusa di lesioni personali gravi e omissione di soccorso per aver investito un ciclista dopo una banale lite scoppiata per futili motivi. L’episodio e’ accaduto intorno alle 13,30 del pomeriggio, la vittima, E.M.  45enne del luogo ha incontrato Torsello nei pressi della abitazione di quest’ultimo. I due dopo aver parlato per un po’ hanno iniziato a insultarsi reciprocamente, per poi passare agli spintoni e alle percosse.

Grazie all’intervento di alcuni cittadini sono stati separati e E.M. si e’ allontanato in sella alla sua bici mentre Torsello e’ rimasto in zona. Dopo un po’ di tempo il 30enne, salito a bordo della propria automobile raggiungeva il ciclista travolgendolo e facendolo cadere per terra per poi darsi alla fuga. 

La vittima riusciva a chiamare il 112 riferendo ai Carabinieri giunti sul luogo quanto successo poco prima. I militari dando riscontro delle sue dichiarazioni per l’assenza dei segni di frenata nella zona del presunto impatto rilevavano chiari segni del sinistro anche dalle condizioni della bici. 

Torsello e’ stato subito rintracciato dai Carabinieri che hanno eseguito verifiche sull’automobile, dalle quali sono emerse tracce sul paraurti anteriore, compatibili con l’urto della bicicletta.

Alla vittima, soccorsa dal 118 e accompagnata in ospedale e’ stato diagnosticato un trauma alla spalla, un trauma cranico non commotivo ed escoriazioni alla mano ed alle ginocchia con una previsione di guarigione di 25 giorni.

Per Torsello scattavano cosi’ gli arresti domiciliari secondo quanto disposto dalla Procura della Repubblica di Lecce, visti e considerati gli indizi a suo carico. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *