• Tricasenews.it è ancora in fase di aggiornamento, vi chiediamo un po' di pazienza qualora dovessero presentarsi rallentamenti o difficoltà nella navigazione. Grazie!
Ambiente, Politica, Tricase

TRICASE, PULITO E’ PIU’ BELLO

di Nunzio Dell’Abate (pubblicato su Il Volantino)

Encomiabile l’iniziativa di alcuni giovani concittadini che hanno creato il gruppo “Clean Up” su facebook ed organizzato domenica scorsa la prima uscita per le strade di Tricase a raccogliere rifiuti di ogni sorta.

Il risultato in termini di raccolta è stato soddisfacente, ma ancor più per l’interesse, la curiosità ed il coinvolgimento che stanno suscitando in città.

Il loro messaggio è forte e chiaro: sensibilizzare il cittadino al rispetto dell’ambiente, “cercando di fargli capire che piazza Cappuccini è paragonabile al proprio soggiorno e piazza Pisanelli alla propria sala da pranzo” -si legge sulla loro bacheca facebook-.
Questi ragazzi in fondo stanno stimolando quel sentimento di appartenenza ad una comunità sopito da tempo. E vanno incoraggiati e sostenuti.

Tutelare e salvaguardare l’ambiente in cui viviamo deve venirci naturale, dai piccoli gesti quotidiani alle azioni più grandi. E soprattutto tutti uniti, dalle scuole alle parrocchie, dalle associazioni alle famiglie. Ognuno deve sentirsi orgoglioso protagonista del bello nel proprio paese.

L’Amministrazione Comunale, nella sua interezza, deve invece fare da regista e nello stesso tempo mettere sul campo tutti gli strumenti utili a prevenire, ma se necessario anche a reprimere i comportamenti che vanno nella direzione opposta.

Tanta attività informativa e formativa, dunque, dall’incentivare il ricorso all’Ecocentro ed all’Ufficio Ambiente Comunale, all’istituire giornate ecologiche, dai protocolli d’intesa con scuole, parrocchie ed associazioni, agli incontri dedicati con la cittadinanza.

Anche iniziative di carattere premiale potrebbero rivelarsi strategiche. Come l’installazione, nei punti più frequentati, di eco-compattatori in cui i cittadini conferiscono bottiglie, lattine e altri materiali del genere ricevendo dei buoni sconto spendibili in esercizi commerciali convenzionati. Oppure l’introduzione del “Baratto Amministrativo”, previsto dal decreto Sblocca Italia, che consente la riduzione o l’esenzione dei tributi per i cittadini, sia singoli che associati, impegnati in interventi di pulizia e manutenzione di spazi pubblici.

Ma anche controllo rigido del rispetto delle norme ambientali. Un ottimo strumento in tal senso potrebbero essere le telecamere di videosorveglianza, sia fisse che mobili. Permettono in tempo reale di riprendere le infrazioni e comminare la sanzione, costituendo a lungo andare un efficace deterrente contro le cattive prassi.

Nondimeno importante è la verifica costante del rispetto del capitolato d’appalto da parte dell’azienda gestore del servizio di raccolta dei rifiuti solidi urbani.
Insomma, un grazie ai ragazzi che ci richiamano all’ordine o meglio al “Clean Up” !

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *