• Tricasenews.it è ancora in fase di aggiornamento, vi chiediamo un po' di pazienza qualora dovessero presentarsi rallentamenti o difficoltà nella navigazione. Grazie!
Cultura, Regione Puglia, Solidarieta', Tricase

Tricase, “REDDITO DI DIGNITA’”, se ne parla stasera alle 19,00 con gli Assessori Regionali Negro e Leo

TRICASE – Si intitola “PUGLIA REGIONE AD ALTA RESPONSABILITA’ SOCIALE” l’incontro organizzato per questa sera 8 agosto alle 19,00 in Piazzetta G. Codacci Pisanelli, vicino al Bar Martinucci, a cura della ACLI (associazione cristiana lavoratori italiana)  di Tricase.

Si discutera’ di  RED, REDDITO DI DIGNITA’, misura concreta per realizzare fattivamente una politica di inclusione sociale attiva. L’obiettivo del RED è dare dignità a chi non ha un lavoro, aiutare queste persone ad un recupero dell’autostima e quindi rimettersi nuovamente in gioco per dare “un nuovo senso” alla loro vita.

Dopo i saluti di rito del Sindaco di Tricase, Ing. Antonio Coppola, interverranno  Salvatore Negro, assessore regionale al welfare, promotore del Reddito di Dignita’, l’assessore regionale Sebastiano Leo , con delega alla formazione e lavoro, il consigliere regionale Ernesto Abaterusso, il responsabile del Centro per l’Impiego Francesco Stefanelli e il presidente regionali delle Acli Antonio De Donno che si soffermera’ sull’importanza dell’impegno delle ACLI nel contrasto al progressivo impoverimento dei ceti medi lavoratori, delle famiglie e, insieme, nella lotta alla povertà.

Un italiano su dieci è al di sotto della soglia di povertà assoluta. La diminuzione dei redditi da lavoro, i tagli allo stato sociale, alle pensioni, alla sanità, prospettano una società che nei prossimi anni vedrà i pochi ricchi accrescere le loro ricchezze ed una maggioranza, un intero popolo, di poveri.

Le ACLI hanno promosso, insieme a molte altre associazioni laiche e cattoliche, l’”Alleanza contro la povertà” per mettere un argine a questo inaudito aumento delle disuguaglianze, per proporre uno strumento di inclusione sociale che sostenga chi è in difficoltà, per non lasciare nessuno escluso.

Un convegno dunque da non perdere,  di grande respiro sociale e di grande speranza per tutte le famiglie che vivono in condizioni di disagio socio-economico. Non parole ma fatti concreti affinché la ripresa sia vissuta da tutti in modo pieno ed effettivo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *