• Tricasenews.it è ancora in fase di aggiornamento, vi chiediamo un po' di pazienza qualora dovessero presentarsi rallentamenti o difficoltà nella navigazione. Grazie!
Ambiente, Politica, S.S. 275, Tricase

TRICASE E S.S. 275, IL CONSIGLIERE ZOCCO: “IL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO ESCA PUBBLICAMENTE SULLA SS 275

TRICASE – “Visto che il Sindaco sembra nuovamente frenare, invito pubblicamente il Presidente Dario Martina a convocare a brevissimo il Consiglio affinchè si adotti la delibera sul tracciato della SS 275 ad est di Tricase da trasmettere in Regione” – Cosi’ il consigliere comunale di minoranza Zocco Vito che prosegue –  “Tutti i gruppi consiliari, ad esclusione del movimento 5 stelle, si sono già espressi in tal senso in seno alle commissioni congiunte, condividendo altresì una mitigazione dell’intervento da concordare con i rispettivi tecnici comunali e di ANAS, con il contributo delle associazioni ed esperti locali.” 

“La linea di indirizzo è chiara – continua Zocco – la SS 275 dovrà passare dalla Cosimina. Attendere ancora significherebbe alimentare ulteriori dubbi e polemiche e ciò non fa bene alla Città ed all’intera opera di ammodernamento della statale. Lo invito altresì, nella sua veste di rappresentante dell’organo consiliare, a farsi portavoce della volontà espressa da noi capogruppo e a precisare tempi e modi della decisione assembleare.”

“Poi una volta deliberato – prosegue il consigliere – sarà necessario in sede di progettazione da parte di ANAS un lavoro di cesello al fine di trovare la migliore soluzione possibile per mitigare il passaggio dalla Cosimina, tenendo come punti fermi la sicurezza e l’ecosostenibilità dell’intervento.”

Capivo i Sindaci del Capo di Leuca quando rimproveravano a Chiuri retromarcia ed indecisione, ma non li capisco oggi quando contestano una scelta che spetta a noi Tricasini e che non incide minimamente sui loro interessi e territori.
La SS 275 – conclude Zocco –  sarà ammodernata sino a Leuca, come è giusto che sia, ma con che modalità attraversi Tricase ritengo proprio che spetti a chi ci abita.

Specie se questo diritto di scelta ci è stato dato da Regione ed Anas che attendono, per la verità da tempo, che Tricase sciolga la riserva.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *