• Tricasenews.it è ancora in fase di aggiornamento, vi chiediamo un po' di pazienza qualora dovessero presentarsi rallentamenti o difficoltà nella navigazione. Grazie!
Politica, Trasporti, Tricase

TRICASE – UN BANDO IN RITARDO, ANTIECONOMICO ED IRRAZIONALE. LA MINORANZA CHIEDE LUMI AL SINDACO

TRICASE –

Abbiamo trovato il bando di gara per l’affidamento del servizio di trasporto scolastico comunale quadriennio 2017/2020 antieconomico ed irrazionale nei criteri adottati, oltre che in cronico ritardo.Attraverso la seguente interrogazione abbiamo chiesto lumi al Sindaco:

I sottoscritti Consiglieri Comunali,
premesso che

-con delibera n.207 del 19.08.16 la Giunta Comunale, in imbarazzante ritardo, dava atto che il contratto di appalto del servizio di trasporto scolastico comunale quadriennio 2012/2016 era terminato il 30.06.16;

-con il medesimo deliberato, esprimeva <indirizzo al Responsabile del Settore interessato per predisporre tutti gli atti necessari per l’espletamento del bando di gara per l’affidamento del servizio di trasporto scolastico degli alunni della scuola dell’infanzia, elementare e media inferiore del capoluogo e della scuola elementare e media inferiore della frazione di Depressa per gli anni scolastici 2016/2017, 2017/2018, 2018/2019 e 2019/2020>, precisando che <il bando di gara è riferito a quattro anni scolastici, che la somma annuale in base alla nuova analisi dei costi, ammonta ad €.139.000,00 più iva al 10% e che la somma complessiva è di €.556.000,00 oltre iva al 10%>;

-la Giunta optava di affidare l’intero servizio a ditta esterna, eliminando la forma mista, come previsto nel contratto scaduto, con il ricorso parziale a personale e mezzi dell’Amministrazione, per l’assenza di autisti scuolabus comunali;

-l’Esecutivo cittadino determinava in €.611.600,00 (iva 10% compreso) la somma necessaria per i quattro anni scolastici, basandosi sulla seguente analisi dei costi: <considerato che nell’anno scolastico 2015/2016 gli alunni che hanno utilizzato il servizio di trasporto scolastico comunale sono stati 186; che la somma spesa è stata di €.79.000,00 con la presenza parziale di due autisti comunali ed un mezzo di proprietà comunale affidato in comodato d’uso; che alla somma di €.79.000,00 devono aggiungersi le spese relative ai due autisti comunali e la spesa del mezzo di proprietà comunale non più presenti; visto che la spesa complessiva annuale per n.2 autisti scuolabus è di circa €.50.000,00 e la spesa complessiva per l’utilizzo di uno scuolabus è di circa €.10.000,00, pertanto l’intero costo del servizio affidato a ditta esterna ammonta ad €.139.0000 più iva al 10%> ;

-l’analisi dei costi si basa su criteri empirici, anzichè su parametri determinati da apposite ricerche di mercato (costo per km, costo per numero di soste, per tipologia di mezzo e di personale impiegato, ecc.);

-l’impiego dei due autisti comunali, nel servizio di trasporto scolastico, era inferiore rispetto a quello reso dalla ditta esterna aggiudicataria;

-inoltre i dipendenti/autisti, nell’arco della giornata lavorativa, erano adibiti dall’Ente comunale/datore di lavoro al disbrigo anche di altre incombenze e funzioni;

-si appalesa, poi, illogica l’applicazione dell’aliquota iva anche sullo stipendio annuale degli autisti comunali;

-il bando di gara scaduto prevedeva una base d’asta di €.39.500,00 annue oltre iva, incluso il trasporto degli alunni della frazione di Lucugnano;

-è evidente l’esosità ed irrazionalità del costo del servizio posto a base d’asta del nuovo bando che, fra l’altro, andrà pesantemente ad incidere sul bilancio comunale del prossimo quadriennio;
ciò premesso, chiedono di conoscere:

-come mai la Giunta Comunale ha deliberato con notevole ritardo sul rinnovo del contratto di affidamento all’esterno del servizio di trasporto scolastico, contravvenendo ai termini e modalità previste dalla normativa del settore;

-se ritiene congruo, legittimo, razionale ed opportuno, in ragione di quanto esposto in premessa, l’atto di indirizzo espresso sul bando di gara per l’affidamento del servizio di trasporto scolastico comunale per il quadriennio 2017/2020;

-le ragioni per le quali non si ricorra, se pure parzialmente, all’impiego nel servizio di trasporto scolastico dell’autista scuolabus ancora in forza nell’organico comunale;

-se non ritiene opportuno revocare celermente, e comunque prima che si dia attuazione da parte del Responsabile del Settore, la delibera n.207 del 19.08.16 e disporre per altri e più giusti criteri di gara, ricorrendo nell’analisi dei costi alle ricerche di mercato (costo per km, costo per numero di soste, per tipologia di mezzo e di personale impiegato, ecc.).

Seguono firme dei Consiglieri
Nunzio Dell’Abate
Pasquale Scarascia
Gianluigi Forte
Vito Zocco
Guerino Alfarano

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *