Antonio De Donno, Comune, Tricase

TRICASE, VENERDI’ 3 GIUGNO IL CENTRO STORICO CHIUDE PER MATRIMONIO

TRICASE – A leggere il titolo dell’articolo si potrebbe pensare ad uno scherzo e invece non è così.

Con l’ordinanza nr. 83 del 25 maggio scorso il comune di Tricase dispone per il giorno 3 giugno la chiusura al traffico veicolare dalle ore 16,00 alle ore 23,00 di Piazza Pisanelli, via Martiri del 25 Maggio, via Tempio e via Marina Porto tratto compreso tra via Marina Serra e Piazza Pisanelli.

Motivo dell’ordinanza lo svolgimento della festa conseguente al matrimonio che sarà celebrato nello stesso giorno.

Inoltre è stato autorizzato l’utilizzo di Piazza Pisanelli con occupazione dell’intera Piazza per il 3 giugno e per il montaggio di una cassa armonica (sull’area pedonale di piazza Pisanelli in prossimità della statua di Giuseppe Pisanelli, lato Chiesa di San Domenico) dal 1° giugno e fino a tutto il 4 giugno 2022.

Il canone di occupazione, calcolato tenendo conto della superficie della Piazza e pertinenze e del tempo di occupazione, viene stabilito in € 3000,00 e deve essere versato in un’unica soluzione mediante bonifico bancario sul conto corrente del Comune di Tricase.

«Si celebrerà un matrimonio con 500 invitati provenienti da diverse parti del mondo», chiarisce il sindaco Antonio De Donno, «e per questo ci è stata fatta richiesta dell’utilizzo della piazza dietro il pagamento di tremila euro come da delibera. Visto il grosso numero di partecipanti abbiamo concordato con i commercianti del centro la chiusura per quelle ore al traffico veicolare. Gli stessi commercianti sono stati coinvolti nell’iniziativa e metteranno a disposizione gli spazi e i loro tavolini per un aperitivo che si consumerà dopo la cerimonia in chiesa».

Alla domanda, chiaramente provocatoria, se tutti, d’ora in poi, visto il precedente, potranno chiedere l’utilizzo della piazza per una festa privata, il sindaco ha ribattuto: «Non scherziamo! Fermo restando il costo di tremila euro come da delibera, ogni eventuale richiesta verrà valutata. Se come nel caso del 3 giugno ci saranno motivi di ordine pubblico e di interesse collettivo («Con 500 persone che arrivano da diversi posti nel mondo, sapete che ritorno di immagine per la città?») si potrà concedere di nuovo».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.