Politica, Tricase

UN COORDINAMENTO DEL CAPO DI LEUCA PER RESPINGERE LE TRIVELLE.

La levata di scudi contro le trivelle non tardera’ ad arrivare: ” Ci opporremo in tutte le forme possibili, percorreremo tutte le vie legali che abbiamo a disposizione” Cosi’ parla Antonio Coppola sindaco di Tricase dopo aver ricevuto i documenti della ditta Americana Global Med che ha intenzione di trivellare al largo di Santa Maria di Leuca e non solo.

“Gia siamo reduci dalla decisione folle del Gasdotto posizionato in quel modo, ora il petrolio sarebbe una condanna a morte per noi”.

“Ad Aprile il nostro Consiglio Comunale ha deliberato contro qualsiasi ipotesi di questo tipo nell’Adriatico. Da parte nostra, c’e’ la ferma condanna ed e’ una contrarieta’ unanime. Non si e’ ancora capito che siamo praticamente in una bacinella: Il Canale di Otranto e’ gia’ attraversato da una quantita’ incredibile di navi, qui arriva tutto il sudiciume dell’Adriatico, in questo tratto sono state sommerse tante di quelle cose senza che mai sia stata avviata un’indagine. Ora manca solo il petrolio, che tra l’altro sarebbe di scarsa qualita’, a rischiare di distruggere un ecosistema gia’ fragile.”

Dunque nessun margine di trattativa. “E’ vero, siamo in un periodo buio per scarsita’ di fondi, ma non siamo disposti a vendere i gioielli di famiglia fino a questo punto. Anche se l’esperienza TAP insegna che a volte urliamo nel deserto. Siamo scossi dalla politica che si sta portando avanti sulle risorse energetiche. Ci stiamo aggrappando a battaglie di retroguardia che ci rendono schiavi delle multinazionali. Ci opporremo, avviando un coordinamento con glia altri comuni del Capo di Leuca.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.