Cultura, Salento, Tricase

“UN POPOLO DI LETTORI”? PRESENTAZIONE IN ANTEPRIMA DEI DATI ISTAT SULLA PUGLIA

La presentazione in anteprima dei dati Istat sulla Puglia
FESTIVAL ARMONIA, SABATO 6 MAGGIO h 16- PALAZZO GALLONE, TRICASE

In Puglia legge meno di un cittadino su quattro e la nostra è la penultima regione d’Italia per propensione alla lettura, dopo la Calabria. Sono dati e spaccati che fanno riflettere quelli che saranno presentati in anteprima sabato 6 maggio, alle ore 16, nella sala del Trono di Palazzo Gallone, a Tricase, nell’ambito del Festival letterario Armonia. Ad illustrarli sarà Emanuela Bologna, rappresentante dell’ISTAT – Direzione centrale delle statistiche socio-demografiche e ambientali.

Lo farà durante il convegno “Un popolo di lettori? Rilevazioni ISTAT e politiche di sostegno alla lettura nazionali e regionali” con la partecipazione, inoltre, di Romano Montroni, presidente del Centro per il libro e la lettura del Ministero dei Beni Culturali; Loredana Capone, assessore alla cultura della Regione Puglia; Maurizio Guagnano, membro del Comitato di Presidenza dell’Associazione Librai Italiani (ALI); Loredana Gianfrate, amministratrice della soc. coop. Imago specializzata nella gestione delle Biblioteche pubbliche.

Dall’identikit del lettore pugliese agli stimoli familiari, dalle differenze territoriali all’avvento di internet: si restituirà la fotografia di quanto sta accadendo in Puglia e si proverà a capire come invertire la rotta. Eventi come il Festival Armonia, d’altronde, servono anche a questo, a rendere patrimonio comune riflessioni e nuove strategie di resistenza del libro.

Il convegno seguirà la lectio magistralis che in mattinata, alle 11, a Palazzo Gallone, riguarderà i “Classici per la vita”. Sarà tenuta da Nuccio Ordine, professore ordinario di letteratura italiana presso l’Università della Calabria, noto in ambito internazionale per i suoi vivaci interessi per la filosofia italiana e gli studi su Giordano Bruno e sul Rinascimento, direttore in Francia di due collane letterarie per l’editore Belles Lettres e autore, nel 2013, del manifesto “L’utilità dell’inutile”, tradotto in 19 lingue e distribuito in 30 paesi del mondo.

Fedele ai versi di Jorge Luis Borges “Che altri si vantino delle pagine che hanno scritto; a me inorgogliscono quelle che ho letto”, Nuccio Ordine porta avanti la sua battaglia per i classici, nella convinzione che un breve testo (illuminante e fuori dai sentieri battuti) possa suscitare la curiosità dei lettori e incoraggiarli a immergersi nell’intera opera. E a crearsi una piccola biblioteca ideale sull’arte di vivere.

Dopo il convegno, nel pomeriggio di sabato 6 maggio, nelle Scuderie di Palazzo Gallone, si terrà un tris di incontri con l’autore: alle 18, Giulio Perrone, assieme a Beatrice Ghezzi e Luciano De Francesco, presenterà “Consigli pratici per uccidere mia suocera”, la storia di Leo e della sua vita divisa tra due donne. Alle 19 ci sarà Mauro Covacich con “La città interiore”, che ci introduce nell’ambiente triestino, sulle orme di un bambino che il 4 aprile 1945 sta trasportando una sedia tra le macerie della città liberata dai nazifascisti ed è diretto al comando alleato, dove lo attende suo padre sottoposto a un interrogatorio. Con lui si confronteranno il regista Edoardo Winspeare e Antonio Pantaleo.

Infine, alle 20.30, una delle finaliste al Premio Strega 2017, Teresa Ciabatti, dialogherà con il direttore artistico Mario Desiati su “La più amata”, libro in cui la scrittrice e sceneggiatrice di Orbetello ripercorre la storia di una famiglia e al contempo quella di un’intera epoca.

Domenica 7 maggio, alle ore 9.30 inizierà, poi, la passeggiata letteraria da Piazza Pisanelli a Tricase Porto, dove alle ore 11.30 Ferdinando Boero, docente di Biologia marina dell’UniSalento, presenterà il suo “Ecologia della bellezza. I gusti della natura”.

Il filosofo Mario Carparelli, alle 18, con “Dialogo su Dio” animerà Palazzo Gallone, con un recital a cura del noto attore Gabriele Greco. Alle 19, cambio di programma: non ci sarà Chiara Gamberale, colpita da infortunio.

Al suo posto, l’ex giornalista Rai Antonio Caprarica che presenta “Londra Infinita”, i segreti nella capitale al centro di tutte le rotte planetarie, la meta scelta da centinaia di migliaia di giovani per cercare opportunità e successo, la città simbolo di una civiltà libera e tollerante, nonostante la Brexit e le tentazioni nazionalistiche.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *