Senza categoria

UN TESTIMONIUM PER LEUCA 2020-JUBILEAEUM 2025 ECCO I PROGETTI VINCITORI

La Fondazione di Partecipazione Parco Culturale Ecclesiale “Terre del Capo di
Leuca – De Finibus Terrae” comunica il progetto vincitore del Bando “Un Testimonium
per Leuca 2020 – Jubilaeum 2025”.

Ai membri della Commissione di valutazione, impossibilitata a riunirsi in
presenza a causa dell’emergenza Covid-19, è stata richiesta una valutazione scritta dei
12 progetti pervenuti da tutt’Italia.

Da queste valutazioni è risultato il progetto vincitore
con la seguente motivazione: molto gradevole sul piano visivo, frutto dell’adozione di
un registro espressivo equilibrato che mette in risalto la sobrietà, la nobiltà e la bellezza
del luogo e dell’esperienza.

Completo quanto ai quattro temi/elementi richiesti, il suo linguaggio rispecchia la tradizione testimoniale del pellegrinaggio, pur tenendo un dialogo con la contemporaneità con il tema dell’accoglienza e della fraternità. Pertanto, si comunica il progetto vincitore del bando che vedrà contraddistinguere il Testimonium che i pellegrini con la credenziale del cammino fatto riceveranno nel Santuario di S. Maria de Finibus Terrae.

Vincitrice del Bando è ROSSANA CUTICCHIA di Brolo (Messina). Nata a Patti
(ME) il 25 gennaio 1987, frequenta l’Istituto d’Arte di Capo d’Orlando (ME) dove
consegue il diploma nel 2006. Laureata nel 2010 a pieni voti in Architettura dei Giardini
e Paesaggistica presso l’Università degli Studi Mediterranea di Reggio Calabria, non ha
mai abbandonato la passione per l’arte. Da quasi 10 anni è un’artigiana nel suo
laboratorio “Matita&Pennello” a Brolo (Messina) in cui occupa gran parte della giornata
e del suo tempo libero. Scrive: Creare è da sempre ciò che mi attrae e che mi rende
viva, dunque ho voluto trasformare la mia passione in lavoro vero e proprio,
occupandomi della mia ditta in maniera autonoma e gestendone ogni aspetto. Il mio
laboratorio è in continua evoluzione e miglioramento, come me d’altronde. Vincitrice
quarto posto Concorso artistico con tema La Sicilia, 2004 – Vincitrice Primo Premio Il
pennello d’oro – Piraino, 2006.

Inoltre, la Commissione di valutazione, premia con menzione “Carta di Leuca
2020” un secondo progetto che la Fondazione di partecipazione Parco Culturale
Ecclesiale Terre del Capo di Leuca – De Finibus Terrae valorizzerà come progetto grafico
per il testo ufficiale della Carta di Leuca 2020 che verrà distribuita ai giovani dei vari
Paesi del Mediterraneo che vi parteciperanno.

Vincitrice Menzione “Carta di Leuca 2020” è ARIANNA DEMICHELIS di Saluzzo

(Cuneo), nata a Savignano (CN) il 5 giugno 1993, sin da bambina ha la passione per il
disegno. Si forma presso l’Istituto Statale d’Arte “A. Bertoni” di Saluzzo (CN), dove ha
potuto affinare la tecnica del disegno per creazioni di oreficeria e dopo il diploma, ha
svolto vari lavori. Si è progressivamente avvicinata alle creazioni grafiche dall’inizio del
2017. Ho avuto la possibilità di svolgere un tirocinio di sei mesi presso una tipografia. Al
termine del tirocinio, l’azienda non aveva le risorse economiche per inserirla in
organico, ha continuato a formarsi da casa. Fino ad oggi ha partecipato a dei concorsi di
grafica tramite il sito Starbytes, vincendo alcuni premi. Ha realizzato vari modelli di
disegni per t-shirt (a mano, con il PC e con la tavola grafica). Ha sviluppato le sue
capacità e competenze, oltre che con l’esperienza e la perseveranza, anche
documentandosi e facendosi aiutare e insegnare da persone esperte nel campo.

Il 20
gennaio 2020 con l’apertura della sua Partita Iva ha iniziato ufficialmente la sua attività
di grafica pubblicitaria ed illustratrice in proprio. Ha scelto di diventare una lavoratrice
autonoma perché la grafica la appassiona. Le piace creare, ha molta fantasia ed è felice
quando i suoi lavori vengono apprezzati per il loro valore comunicativo.
P.S. Non essendo possibile svolgere in questi giorni la mostra prevista con i
bozzetti pervenuti, la Fondazione esporrà solo gli originali delle due opere vincitrici
dall’1 luglio all’8 settembre negli spazi della Basilica-Santuario di S. Maria de Finibus
Terrae.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *