• Tricasenews.it è ancora in fase di aggiornamento, vi chiediamo un po' di pazienza qualora dovessero presentarsi rallentamenti o difficoltà nella navigazione. Grazie!
Pallavolo, Tricase

VIRTUS TRICASE ANCORA UNA SCONFITTA 3 – 1 CONTRO IL GIOIA.

Niente da fare, ancora una sconfitta per 3 -1- per la Caffe’ Cappuccini Virtus Tricase. I ragazzi allenati da Mister Cavalera, ex della partita, non riescono ad invertire la rotta per centrare la vittoria della svolta. L’occasione era ghiotta l’Happy Network non vinceva da due mesi. Biancorossi e salentini hanno dato vita a un incontro denso di terrore sportivo, perché i punti in palio erano pesantissimi e la vittoria era necessaria per tutte e due le squadre.

La cronaca: Nessuna sorpresa nello starting six delle due squadre. Cavalera ha scelto Zonno in regia con Degiovanni opposto, Torre e Carrozzo laterali, Peschiulli e Depascali al centro e Malinconico libero, mentre Sportelli si è affidato Riccardi e Tria in diagonale, Anselmo e l’MVP Maiullari di banda, Giorgio e Attanasio centrali e Bruno libero.

Avvio positivo dei biancorossi, che col turno al servizio di Maiullari hanno subito messo in difficoltà i salentini (3-0), riuscendo anche ad allungare, sporcando gli attacchi avversari a muro e contrattaccando con Anselmo e Tria. Storditi dallo sprint avversario, i rossoblu non si sono ripresi, soffrendo terribilmente in ricezione (in particolare quando dai nove metri sono andati Anselmo e Giorgio) e passando molto poco in attacco. Sul 17-4 i biancorossi hanno allentato la presa, concedendo un po’ di respiro agli ospiti, ma senza compromettere l’esito del parziale (25-15).

Ancora sofferenza nel mettere palla a terra per la Virtus, unita a troppi errori in battuta, e ancora allungo gioiese nei primi scambi del secondo set (5-2), anche se questa volta la Caffè Cappuccini ha reagito, rispondendo ai tanti muri “sporchi” gioiesi e fermando,  la corsa gioiese. Il nastro e due muri hanno addirittura capovolto la situazione (6-10), ma un ace di Riccardi, un muro di Tria e un errore di De Pascalis hanno riportato l’immediato equilibrio. Due errori dei padroni di casa hanno spinto ancora avanti i rossoblu, che questa volta hanno capitalizzato, difendendo bene e realizzando con efficacia, riuscendo a spingersi fino a +7. Fase critica per il Jòya, che ha potuto soltanto ritrovare un discreto cambio palla, ma senza impensierire la Virtus (19-25).

Morale dalla parte della Caffè Cappuccini (0-2), ma Happy Network ancora viva, che si è affidata a un servizio float insidioso (nello specifico di Riccardi) per tornare avanti. Fase nervosa e tesa, caratterizzata dall’immediata risposta salentina e dalla  controreplica locale. Si è andati avanti a strappi, con entrambi i sestetti quasi intimoriti dal peso della posta in palio. Al rush finale l’Happy Network si è presentata con in dote un recupero di quattro punti (21-19), allungando con due errori di Degiovanni, che sono valsi quattro set point. È stato, infine, un muro di Giorgio a chiudere immediatamente i conti per 25-20.

Tricase ha cercato di non mollare la presa e ha alzato subito i ritmi al rientro in campo (4-7). I ragazzi di Sportelli non si sono demoralizzati, hanno ripreso a servire in modo insidioso e a contenare bene gli attacchi avversari (sempre attento Vito Bruno in difesa). La pressione esercitata ha prodotti i suoi frutti e Tricase ha sprecato in fase realizzativa, venendo rispedita dietro (10-9). Un’invasione e un ace hanno capovolto il punteggio, poi la battuta di Giorgio ha ristabilito la parità a quota 12. Questa nuova fase di equilibrio è stata spezzata dal break di tre lunghezze degli ospiti, che l’Happy Network ha annullato con pazienza e attenzione, fino a riportarsi avanti 20-19. La Virtus non ha mollato un centimetro e ha risposto con un altro break, azzerato da una pipe di Anselmo. Al fotofinish si è giunti sul 23-23, poi un lungolinea da posto due di Maiullari e un muro di Tria hanno fatto esplodere il PalaCapurso (25-23).

Giuseppe Leronni – Ufficio Stampa Happy Network TVJ Gioia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *