• Tricasenews.it è ancora in fase di aggiornamento, vi chiediamo un po' di pazienza qualora dovessero presentarsi rallentamenti o difficoltà nella navigazione. Grazie!
Alessano, Pallavolo, Salento

VOLLEY, AURISPA ALESSANO: VITTORIA CON CANTÙ E QUARTO POSTO IN CLASSIFICA

I biancoazzurri vincono un’importante partita e si portano al quarto posto in classifica. Dopo una partenza ad handicap, Cernic e compagni hanno trovato la giusta reazione e hanno vinto in scioltezza i restanti set. Ottima partita di Argilagos, mvp con 20 punti, e del solito Piscopo, ancora una volta decisivo a muro.

L’Aurispa Alessano vince per 3-1 contro la Libertas Cantù e compie un ulteriore passo in avanti nella scalata della classifica della Pool Salvezza di serie A2, scavalcando Potenza Picena e issandosi così al quarto posto, ad un solo punto dal Brescia, avversario dei biancoazzurri mercoledì prossimo. Dopo aver perso il primo set, nel quale la formazione di mister Mastrangelo ha palesato difficoltà in ricezione ed attacco, Salim e compagni hanno trovato una pronta reazione, scrollandosi di dosso la paura e tenendo per mano le redini del gioco per il resto della partita. Argilagos e Piscopo sono stati gli autentici trascinatori della squadra: il cubano è risultato il miglior realizzatore dell’incontro con 20 palloni messi a terra, il centrale ha dominato sotto rete con  un impressionante 82% in attacco e 7 muri all’attivo; devastante per la ricezione avversario il servizio di Lucas Salim.

Padroni di casa schierati in campo con la formazione tipo che vede la diagonale Lucas Salim-Argilagos, le bande Borgogno e Cernic, i centrali Torsello e Piscopo, i liberi Bisanti e Russo ad alternarsi in ricezione e difesa. Cantù risponde con Cordano in regia, Caio opposto, Richards e Riva laterali, Alborghetti e Monguzzi al centro, Butti libero.

Primo set con Cantù che si porta subito sul 3-1, ma l’Aurispa reagisce prontamente per il 3 pari; i lombardi ci riprova e scappano sul 7-3, con la ricezione di casa che balbetta; un ace di Caio per il +5 Cantù (9-4). I biancoazzurri sono in evidente difficoltà e gli ospiti incrementano il vantaggio per il 15-8, con mister Mastrangelo che ricorre al secondo time out per cercare di dare una scossa alla squadra; l’Alessano riesce ad avvicinarsi grazie al servizio di Cernic prima e di Argilagos poi (15-19); Piscopo e compagni ci credono e riducono ulteriormente lo svantaggio per il 20-22, ma Cantù con un attacco di Riva e un ace del neo entrato Mazza ottiene tre set point; un errore ospite e un ace di Cernic riaccendono le speranze biancoazzurre (23-24), ma Caio mette fine alla contesa con un attacco che fissa il punteggio sul 25-23 per Cantù dopo 25 minuti di gioco.

Secondo parziale che comincia in sostanziale equilibrio, anche se la ricezione biancoazzurra continua ad essere in difficoltà; Cordano e soci trovano il +2 (4-6), ma un errore di Caio e un muro di Piscopo su Alborghetti ristabiliscono la parità (9-9); un ace di Salim e un altro block di Piscopo per l’11-9 Alessano, con mister Della Rosa che si rifugia nel time out; al rientro ancora il muro di casa a fare la differenza (Argilagos e Piscopo) per il 13-9, seguito da un’invasione da seconda linea di Caio e un ace di Lucas Salim (15-9). Cambio di regia in casa Cantù con Groppi per Cordano. Gli ospiti si rifanno sotto proprio grazie al servizio del neo entrato palleggiatore (12-15), ma Argilagos da posto quattro interrompe il tentativo di rimonta; l’Aurispa preme sull’acceleratore e ritrova un ampio margine di vantaggio (20-13) che riesce anche ad incrementare per chiudere alla fine 25-16, con un errore in battuta di Caio a suggellare la parità, dopo 26 minuti.

Perfetto equilibrio iniziale nella terza frazione fino a che Argilagos trova il rigore del 9-7 per l’Aurispa; ancora il servizio di Lucas Salim a mettere in difficoltà Cantù, con Cernic e Piscopo che mettono giù i due palloni per il + 4 Alessano (11-7); dopo un time out ospite, ace fortunoso del palleggiatore brasiliano per +5 (12-7). Fase centrale del set combattuta con Alessano che riesce a contenere il tentativo di ritorno canturino, conservando il vantaggio accumulato in precedenza (20-15); gli uomini di mister Della Rosa si riavvicinano pericolosamente (17-20), ma un errore in battuta e un attacco vincente di Borgogno ristabiliscono le distanze (22-17). Un missile di Argilagos toccato dal muro avversario (azione corretta al videocheck) per il 23-17; Borgogno mette giù il pallonetto del 24-18, poi ancora Argilagos con un ace per il definitivo 25-18 in 24 minuti.

Quarto set con l’Aurispa che cerca di prendere subito il largo andando sul 6-2, costringendo mister Della Rosa al time out; reazione ospite con un errore in battuta di Cernic e un muro di Monguzzi per il 4-6, ma Argilagos e un’invasione a rete ristabiliscono il +4 Alessano (8-4). Cantù non ci sta e accorcia nuovamente per sul -1 (7-8), poi impatta a quota 9; un ace di Torsello dà il doppio vantaggio all’Alessano (13-11), poi pipe di Borgogno toccata dal muro ospite per il 14-11. Il distacco cresce con due punti dell’opposto cubano e un’invasione a rete di Alborghetti (18-12); ancora Argilagos per il +7 (20-13). I biancoazzurri amministrano agevolmente il finale di set e con un muro di Piscopo su Riva mettono fine alla gara aggiudicandosi il parziale per 25-18 dopo 25 minuti.

Il tabellino:

Aurispa Alessano: Muccio n.e., Marzo n.e., Cernic 13, Lucas Salim 5, Bonante n.e., Bulfon n.e., Torsello 3, Baldari n.e., Russo (L), Borgogno 14, Argilagos 20, Piscopo 16. All. Mastrangelo, ass. coach Bramato.

Ace 9, B.S. 16, Muri 11. Ric.: pos. 57%, perf. 41%. Att. 55%

Pool Libertas Cantù: Monguzzi 7, Butti (L), Cominetti, Riva 11, Boffi (L) n.e., Mazza 2, Cordano 4, Richards 12, Alexandre De Oliveira Caio 15, Laneri n.e., Alborghetti 3, Olivati n.e. All. Della Rosa, ass. coach Redaelli.

Ace 7, B.S. 13, Muri 7. Ric.: pos. 46%, perf. 22%. Att. 47%

Arbitri: Carcione Vincenzo e De Blasi Giuseppe Maria della sezione di Roma.Parziali: 23-25; 25-16; 25-18; 25-18. Durata set: 25‘; 26‘; 24‘; 25’.

Area comunicazione Pallavolo Azzurra Alessano

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *