• Tricasenews.it è ancora in fase di aggiornamento, vi chiediamo un po' di pazienza qualora dovessero presentarsi rallentamenti o difficoltà nella navigazione. Grazie!
Economia, Salento

ZES: CONFINDUSTRIA LECCE ESPRIME SODDISFAZIONE PER LA PERIMETRAZIONE INDICATA DALL’ASSESSORE MAZZARANO

 

SALENTO – Confindustria Lecce, dopo aver seguito da vicino in questi mesi la “questione”  dell’inclusione del Salento nelle Zone Economiche Speciali, insieme al tavolo interistituzionale, istituito presso la Provincia di Lecce con Asi, Comuni interessati, Camera di Commercio, Sindacati, Università, la stessa Provincia, esprime soddisfazione per quanto dichiarato sui social media dall’assessore regionale allo Sviluppo economico Michele Mazzarano, in merito all’individuazione delle seguenti aree produttive come più idonee all’inserimento nella Zes Adriatica:  Area ASI Lecce – Surbo; Area ASI Galatina – Soleto; Area ASI Nardò – Galatone; Area ASI Maglie – Melpignano; Area ASI Tricase – Specchia – Miggiano; Aree produttive di Casarano.

La superficie individuata per le aree salentine incluse nella ZES Adriatica è, pertanto – come affermato dall’assessore – pari a non meno di 500 ettari e le superfici incluse nella ZES esprimono circa il 30% di superfici libere da insediamenti, infrastrutturate e non soggette a vincoli di qualsiasi natura, privilegiando le aree pubbliche a quelle private per evitare logiche speculative.

“Ringrazio in prima persona – ha detto il presidente di Confindustria Lecce Giancarlo Negrol’assessore Mazzarano per aver ascoltato le istanze provenienti dal nostro territorio e aver contribuito a rivedere l’iniziale perimetrazione della Zes Adriatica che escludeva il Salento. Confindustria Lecce registra, insieme a tutti coloro che hanno partecipato e contribuito al lavoro del tavolo provinciale, un decisivo successo per il territorio e per il modello operativo intrapreso, che può essere replicato per ogni problematica attinente allo sviluppo. Ci sono troppi gap che rallentano la corsa del nostro territorio, sui quali occorre intervenire seguendo il metodo del confronto istituzionale, della collaborazione e del dialogo su contenuti e proposte concrete da condividere. E’ un metodo assolutamente premiante, col quale Confindustria Lecce intende continuare a lavorare per la crescita e lo sviluppo del territorio”.

Confindustria Lecce auspica, infine, che quanto espresso dall’assessore venga concretizzato al più presto e che venga subito aperto un tavolo di approfondimento per comprendere e condividere le modalità operative di intervento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *