Sagre, Tricase, Tutino

TUTINO, 5 AGOSTO: “RITI E SAPORI INTORNO AL MENHIR…PIU’ DI UNA SAGRA!!!

Ritorna, nella sua veste originale, a Tutino di Tricase, l’edizione n. 22 di RITI E SAPORI intorno al Menhir, l’attesissima sagra che ogni 5 di agosto riaccende e vivacizza il caratteristico borgo di Tutino, nel Comune di Tricase.

TUTINO DI TRICASE – Ritorna, nella sua veste originale, a Tutino di Tricase, l’edizione n. 22 di RITI E SAPORI intorno al Menhir, l’attesissima sagra che ogni 5 di agosto riaccende e vivacizza il caratteristico borgo di Tutino, nel Comune di Tricase.

E ritorna tutta avvinghiata INTORNO alla sua COLONNA: IL MENHIR! di via San Leonardo.

Attorno ad esso e tra le strette stradine del rione canti, danze, sapori ed odori del nostro Salento; special guest: “lu paparusso” in tutte le sue salse, nobile peperone locale che assieme ad altri prodotti tipici della nostra terra allieteranno e guideranno i raffinati palati dei visitatori alla riscoperta dei sapori semplici e genuini dell’arte culinaria salentina.

E come non si poteva poi far traversare questa fulminazione gustativa con sonorità ricercate e materne, ritmi dal gusto “pizzicato” ed avvolgente.

Quest’anno, difatti, i concerti della serata saranno allietati dalla presenza, in apertura, di GAETANO CORTESE e la sua Band con “Supponiamo che RINO, storie e canzoni di Rino Gaetano”; ed a seguire l’immancabile Pizzica Salentina con ANTONIO AMATO ENSEMBLE, artista che non ha bisogno certo di presentazione alcuna.

Non mancheranno poi le esilaranti performance di maghi ed artisti di strada per i più piccini ed diversamente piccini.

Il 5 agosto sarà festa di un borgo!

Sarà la festa di Tutino, e l’occasione di riscatto di tutti i luoghi del nostro territorio destinati alla dimenticanza.

L’associazione “La Culonna” e l’intero borgo di Tutino Vi aspettano per condividere insieme un percorso all’insegna della tradizione, della enogastronomia locale e della buona musica.

Menù della serata:
 Frise d’orzo e grano condite con pomodori freschi (o in alternativa a scelta con peperoni e melanzane)
 Peperoni arrostiti con capperi, olio EVO (extravergine d’oliva), origano, ecc. – Pane casereccio;
 Peperoni fritti in olio EVO – Pane casereccio;
 Peperoni / melanzane “alla salsa”o “alla poverella” (con mollica di pane e aceto) e pane casereccio;
 “Sciuttiddu” di peperoni con melanzane, pomodori, olive e aromi e pane casereccio;
 Melanzane grigliate con capperi, olio EVO, origano, ecc. – pane casereccio;
 Melanzane fritte in olio EVO – pane casereccio;
 Pittule” tradizionali salentine;
 Carne alla griglia;
 Dolci di produzione locale, frutta fresca, vivande e rosoli.
OLIO: Tutte le specialità sono preparate con olio extravergine di produzione certificata locale;
VINO: Negramaro da qualificate Cantine del Salento;
PANE E FRISE: Prodotti in forno a legna tradizionale con l’impiego di farine di grano duro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.